Clonazione: l’EFSA la promuove per gli alimenti umani

Clonazione: l’EFSA la promuove per gli alimenti umani
da in Alimentazione, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Cordis

    La clonazione degli animali non rende inadatta all’alimentazione la carne che si ottiene dalla macellazione dell’animale, a decretarlo una sentenza dell’Autorita’ per la sicurezza alimentare europea, la EFSA, secondo la quale il latte e la carne non subirebbero alterazioni tali da renderle non adatte alla cucina comune.

    La decisione e’ stata presa il 20 febbraio scorso in sede europea, dopo che la Commissione europea nel 2007 si era preoccupata di verificare, attraverso una commissione specifica, l’impiegabilita’ dei prodotti, secondo le norme dettate dalla scienza e dall’etica. Nessuna controindicazione dunque, mentre il parere si rimette ora alla pubblica consulta.

    Secondo le rilevazioni internazionali non vi sarebbero significative differenze in fatto di incidenza di malattie e di mortalita’, tra animali riprodotti e animali clonati, motivo per cui non ci sono obiezioni al commercio dei prodotti, a patto che si rispettino le regole della rintracciabilita’ del prodotto e dell’imprtazione di prodotti testati e sani.

    Le caratteristiche che l’EFSA ha analizzato prima di esprimersi favorevolmente, sono state quelle dei dati nutrizionali, della composizione del prodotto e dello stato di salute del clonato, si presume inoltre che, grazie allo sviluppo della scienza, saranno ancora di piu’ in diminuzione i casi di animali clonati non sani. Con la clonazione infatti e’ possibile intervenire sui geni e eventualmente eliminare pericolose patologie dell’animale.

    271

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI