Cistite cronica: sintomi, dieta e rimedi

da , il

    cistite cronica sintomi dieta rimedi

    Cistite cronica: scopriamo quali sono i sintomi, la dieta e i rimedi, a cui fare ricorso. La cistite è un’infiammazione della mucosa vescicale, che è determinata da un’infezione delle basse vie urinarie. Colpisce di più le donne. Negli uomini tende ad aumentare dopo i 50 anni e negli anziani in seguito all’ipertrofia prostatica benigna. Il problema si manifesta con sintomi irritativi e, per curarlo, oltre ai farmaci specifici che il medico sa prescrivere, un ruolo fondamentale è svolto dall’alimentazione, che deve essere ricca di frutta e verdura e deve essere integrata dall’acqua. Vediamone di più.

    Sintomi

    Chi è affetto da cistite cronica tende ad avere un aumento del numero delle minzioni nel corso delle 24 ore. Ad ogni minzione il volume delle urine è ridotto. Si ha una difficoltà nell’urinare. La minzione può essere lenta e richiede un certo sforzo. Il getto può essere modificato anche nella forma e si può arrestare improvvisamente. Durante l’atto dell’urinare si può avvertire una sensazione di bruciore o di dolore. A volte le urine sono torbide e può esserci anche la presenza di sangue e pus. Generalmente, se non ci sono complicazioni, la cistite non causa febbre.

    Cause

    Una delle cause principali della cistite consiste nella risalita nella vescica di agenti patogeni, che possono avere origine fecale, vaginale o uretrale. Si tratta di batteri Gram negativi (di solito l’escherichia coli). Numerosi fattori di rischio predispongono alla cistite cronica. Fra questi elementi possiamo ricordare la debilitazione del sistema immunitario per una terapia antibiotica, l’alimentazione irregolare, lo stress eccessivo, l’affaticamento, la scarsa igiene intima, l’utilizzo di assorbenti interni, l’uso del diaframma e di creme spermicide (esse diminuiscono l’acidità vaginale e favoriscono il proliferare di batteri).

    Anche i pantaloni e la biancheria intima eccessivamente aderenti possono rappresentare un fattore di rischio. Altre cause sono costituite dalle malattie sessualmente trasmissibili, dai rapporti sessuali, dall’utilizzo del catetere, da restringimenti dell’uretra, dall’ipertrofia prostatica e dal diabete.

    Diagnosi

    Per individuare la presenza di cistite, si deve effettuare l’analisi delle urine. All’interno di esse possono essere rintracciati batteri e leucociti, a volte anche tracce di sangue. Si può passare poi all’urinocoltura, che consente di identificare anche l’agente patogeno. Questo esame è indispensabile nella cistite ricorrente o nel caso in cui i sintomi possono far sospettare anche un’infezione renale.

    Dieta

    E’ fondamentale includere nella dieta fino a due litri di acqua al giorno, in modo da alleviare l’infiammazione alle vie urinarie. Si devono evitare i cibi troppo salati o piccanti, gli insaccati, le carni e l’alcol. E’ bene includere una grande quantità di frutta e verdura, che andrebbero consumate preferibilmente crude. Fra gli ortaggi da scegliere, le carote, perché il loro succo contiene la vitamina A e il glutatione, un antiossidante essenziale per rafforzare le difese immunitarie. Si può assumere estratto di semi di pompelmo, che contiene bioflavonoidi, dall’azione battericida.

    E’ importante condurre una dieta equilibrata, che permetta di fornire all’organismo molte vitamine, sali minerali e fermenti lattici. A colazione si può mangiare un vasetto di yogurt, ricco di vitamine del gruppo B. Meglio evitare il caffè. A pranzo si può mangiare il riso, che è un alleato prezioso del benessere delle vie urinarie, e a cena è da privilegiare il pesce, accompagnato da verdure o da insalata mista. Si può preparare anche un minestrone, soprattutto a base di alcuni ortaggi come le patate, le barbabietole, le bietole, i pomodori e i piselli. E’ bene fare il pieno di vitamina C, consumando limoni, arance, mirtilli, lamponi e more. Utile è la tisana a base di uva ursina.

    Rimedi naturali

    Fra i rimedi naturali per combattere la cistite cronica possiamo ricordare il corbezzolo, il sandalo, l’echinacea e la bardana. Essi hanno un’attività antisettica a livello urinario e vengono associati spesso ad estratti diuretici. Favorire la diuresi, infatti, è particolarmente importante, per consentire il lavaggio del tratto urinario e la diminuzione dei batteri presenti nella vescica.

    Tra gli elementi naturali particolarmente diuretici ci sono l’asparago, la betulla, l’equiseto, la gramigna, l’ortica e il prezzemolo. A volte si rivelano utili anche preparati naturali ad azione antinfiammatoria e spasmolitica, come la camomilla. Tutti questi rimedi naturali vengono assunti sotto forma di infusi o tisane oppure bisogna ricorrere agli estratti secchi concentrati o alle tinture madri.

    Rimedi

    Si può trovare un temporaneo sollievo dal dolore provocato dalla cistite, facendo una doccia calda. E’ da preferire un abbigliamento di cotone rispetto a quello ottenuto con le fibre sintetiche, per favorire la traspirazione. E’ essenziale badare ad un’accurata igiene intima, specialmente dopo i rapporti sessuali. I farmaci utilizzati per il trattamento della cistite sono gli antimicrobici, che vanno assunti, sotto prescrizione medica, per almeno 4 o 5 giorni o fino alla scomparsa dei sintomi.

    Per ridurre le recidive e per la cura delle forme più gravi, il medico può prescrivere anche il ricorso ad alcune sostanze, come l’acido ialuronico e il condroitinsolfato. Questi principi attivi risultano utili per ricostituire la mucosa danneggiata dall’infezione e dall’infiammazione. Soltanto in alcuni casi valutati dal medico è possibile ricorrere agli antibiotici, specialmente a quelli appartenenti alla classe dei fluorochinolonici.