Cisti sebacea: cause e rimedi

Cisti sebacea: cause e rimedi
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

cisti sebacea cause rimedi

La cisti sebacea consiste in una neoformazione sottocutanea, che si presenta come un piccolo bozzo visibile sotto la pelle. All’interno possiamo trovare un misto di aria, liquido, sebo o altre sostanze dal carattere semi-solido. La cisti può interessare anche il cuoio capelluto e quindi trovarsi sulla testa. In questo caso si parla di cisti sebacea del capo. Ci sono casi in cui comunque la formazione si trova sul viso o anche sull’inguine. Nemmeno altre parti del corpo sono esenti dalla formazione di queste “palline”. In genere non è detto che ci si possa trovare in presenza di una cisti sebacea dolorosa, perché a volte il paziente può anche non accorgersi della formazione sottocutanea.

Cisti sebacea: cause da tenere in considerazione

La cisti sebacea si forma come solidificazione delle sostanze secrete da una ghiandola sebacea. Quest’ultima, occludendosi, non riesce più a smaltire la produzione delle sostanze. In questo modo accade che il follicolo pilifero si gonfia e dà luogo a questa formazione sottocutanea.

Le cause della cisti sebacea possono essere diverse e possono essere ricondotte anche al fumo, all’alcool, all’uso di cosmetici e allo stress. Non dobbiamo infatti dimenticare che i sintomi dello stress fuoriescono anche sulla pelle. Di conseguenza, se vogliamo badare al benessere della pelle, bisogna fare attenzione proprio allo stress.

A volte possono verificarsi anche delle infezioni. In questo caso si constata la presenza di un arrossamento, di una sensibilità al tatto, di un aumento della temperatura della pelle nella zona interessata e una possibile fuoriuscita di sostanze di colore bianco – grigiastro, maleodoranti.

A volte si può essere in presenza di una cisti sebacea infiammata, che apre la strada proprio al verificarsi delle infezioni.

Cisti sebacea: rimedi a cui fare ricorso

La terapia per la cisti sebacea prevede, quando le cisti non si riassorbono autonomamente, l’uso di applicazioni cutanee di pomate o l’assunzione di farmaci. In genere, per ridurre il gonfiore, spesso vengono prescritti antibiotici e corticosteroidi.

Se il problema non viene risolto, valutando anche le ripercussioni che si possono avere sull’aspetto estetico, si può ricorrere all’asportazione della cisti sebacea. In attesa dell’intervento chirurgico, può essere utile somministrare antibiotici e antinfiammatori, se la cisti è arrossata e infiammata.

L’operazione viene eseguita in anestesia locale e consiste di solito in una piccola incisione, per asportare l’intera formazione ed evitare possibili recidive. Si può avere anche una formazione suppurata, che va trattata attraverso un’incisione e attraverso un’operazione di drenaggio.

A volte si può ricorrere ad un’aspirazione del contenuto mediante l’uso di un ago. In questo modo non si ricorre all’anestesia, ma i risultati non sono garantiti in maniera definitiva.

537

Leggi anche:Cisti ovariche: sintomi, cause e rimedi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 21/11/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Susanna 30 giugno 2013 15:27

da due anni soffro di cisti sebacee sul viso,non riesco più a liberarmene…potrei avere qualche consiglio da poter curare con qualche pomata

Rispondi Segnala abuso
Seguici