Cioccolato: diminuisce il colesterolo, agisce sula pressione, insomma fa molto bene alla salute

Cioccolato: diminuisce il colesterolo, agisce sula pressione, insomma fa molto bene alla salute
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

uova di Pasqua

Pasqua si avvicina a grandi passi e pensando alla Pasqua fra le tante cose che ci sovvengono in mente, a parte i valori cristiani della Festa che assumono valenza personale più o meno in ognuno, a stuzzicare il nostro palato pensa invece il cioccolato che durante le festività pasquali culmina con l’offerta dell’ormai noto e classico uovo.

Che il cioccolato abbia finito per godere di un successo che va oltre ogni iniziale aspettativa lo si deve forse al nome, “Cibo degli dei” nato dalla traduzione letterale del suo nome greco “Teobroma” che stava ad indicare la pianta del cacao, da più di 400 anni poi è entrato di diritto nelle nostre tavole e col tempo la medicina ha finito per studiarlo a fondo individuando in questo alimento tutte quelle proprietà non solo energetiche, già note da tempo, per’altro, ma anche organolettiche che trovano nella sua intima costituzione la loro importanza di base.

Infatti è nel cioccolato nero che vi si ritrovano quelle sostanze tanto importanti entrate di diritto anche nell’ambito non solo della ricerca scientifica ma anche nella cura di diverse malattie, come recentemente rilevato dallo stesso Istituto di tecnologie biomediche del C.N.R. di Milano che, però, non scorda di ricordare che, affinché questa sostanza faccia bene alla salute, dovrà essere consumata in modiche quantità.

Il motivo delle proprietà terapeutiche del cioccolato sta tutto nella formulazione di alcune sostanze che entrano nella costituzione dell’alimento, ad esempio ricordiamo le catechine, i fitocomposti antiossidanti, elementi già noti per essere entrati a far parte anche degli ingredienti del vino rosso e del te verde al punto che oggi è possibile anche stabilire con precisione che 30 grammi di cioccolato nero contiene una quantità di queste sostanze pari a quella determinata in mezza tazza di tè. E che dire della presenza di importanti minerali quali il ferro, lo zinco e il rame e, ancora, la scarsa concentrazione di caffeina, al contrario di quanto si riteneva un tempo, mentre poche sono le proteine che si repertano nell’alimento.

Ma perché le catechine assumono tanto interesse da parte dei ricercatori? Il motivo sarebbe dovuto al fatto che tali sostanze hanno la proprietà, in primis, di abbassare il colesterolo cattivo, Ldl con il contestuale aumento di quello buono, Hdl e, nel complesso, fungono da regolatori naturali dell’assetto lipidico dell’organismo cui si aggiunge l’abbassamento delle piastrine ematiche, fatto che agevola la fluidità del sangue e partecipa a mettere a riparo l’organismo da gravissime patologie quali ictus e infarto in primis.

Secondo uno studio pubblicato su Jama, inoltre, si sarebbe stabilito che basterebbero 6 grammi al giorno di cioccolato, che non incidono certo negativamente sulla dieta che assunti per circa 18 settimane ridurrebbe la pressione sanguigna, la massima, sistolica, come la minima, diastolica, oltre a contrapporsi, anche solo per questo motivo e per la vasodilatazione che determinerebbe, persino alle placche aterosclerotiche, ovvero a quell’accumulo di colesterolo nei vasi che ne determinano il restringimento, anch’esse causa di gravissime patologie ad esito, spesso, infausto.

Ultima scoperta a favore del cioccolato, il ruolo importante che la sostanza avrebbe contro le rughe opponendosi alla perdita di liquidi dalla pelle, da una parte e proteggendo dall’eritema cutaneo dall’altra. L’importante è non eccedere con le dosi, ma a Pasqua si sa, venire a patti con il cioccolato è davvero difficile.

625

Leggi anche:Cioccolato, toccasana per cuore e mente, ma crea dipendenzaCioccolato: protagonista del giorno dell’EpifaniaCioccolato, goloso alleato contro la tosse persistenteDieta e salute: cereali integrali per "tenere a bada” la pressione

Fonte | C.N.R.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 12/03/2008 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici