Ciecità: la vista dei sensi

Ciecità: la vista dei sensi

La vista degli oggetti e la percezione della realtà sono strettamente connesse alla funzione dei neuroni specchio del cervello, secondo una recente scoperta tutta italiana, dell'Università di Pisa, anche i non vedenti dalla nascita sono portati a percepire le cose esistenti come vedibili, pur non vedendole di fatto

da in News Salute, Occhi, Primo Piano, Ricerca Medica, Vista
Ultimo aggiornamento:

    Il Mondo

    Vedere il mondo senza avere la vista non è un fatto semplice, lo sanno tutti i non – vedenti che sono costretti a esplorare la realtà con occhi del tutto differenti, quelli delle mani, delle orecchie, del naso, del gusto, un modo anche quello di vedere, di conoscere, che ha una percezione della esistenza completamente diversa da qualla di una persona vedente.

    Il cervello comunque riesce a ricavare delle informazioni da quello che percepisce, le ricava con tutti gli altri sensi a disposizione, che servono per accumulare informazioni e dati che poi sono messi insieme e servono alla persona che non vede per prendere coscienza di quello che c’è fuori.

    Anche chi è cieco dalla nascita riesce quindi a vedere il suo mondo, secondo quanto emerge da una ricerca italiana che è stata pubblicata in questi giorni sul Journal of Neuroscience; la ricerca è stata coordinata da Pietro Pietrini, dell’Università di Pisa, insieme al CNR di Pisa.

    La ricerca si è basata sullo studio delle funzioni dei neuroni a specchio, partendo dal presupposto che sono fortemente incisivi sulla funzione visiva: tutti gli stimoli che provengono dalla realtà servono a dare una percezione delle cose, anche se fino a poco tempo fa era assodato che solo chi ha memorizzato sensazioni visive poteva richiamarle.

    La teoria dei neuroni a specchio invece conferma che anche in caso di ciecità congenita le reazioni e le percezioni sono del tutto simili.

    Il cervello dunque sarebbe in grado di usare tutte le informazioni e di gestirle in modo che possano servire alla sua esperienza concreta, cioè a sostituire la vista e rendere comunque vedibili la realtà.

    Le immagini sono tratte dal sito internet del Comune di Vignola

    323

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News SaluteOcchiPrimo PianoRicerca MedicaVista
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI