Cibo e fumo: i danni rilevati da uno scanner

Grazie ad un nuovo dispositivo, uno scanner, di piccole dimensioni, veloce e non invasivo, si potranno misurare i danni che le cattive abitudini, come fumo e cibo causano al corpo

da , il

    cibo fumo scanner

    Grazie ad uno scanner, si potranno rilevare i danni causati dal fumo e dal cibo. Questo dispositivo molto piccolo, quasi come un mouse, riuscirà a misurare i livelli dei danni prodotti da una cattiva alimentazione e da un’altra cattiva abitudine, come il fumo. La misurazione, di tutte le informazioni necessarie, sarà veloce (si svolgerà in circa 30 secondi) e non invasiva (utilizzerà la luce riflessa).

    Questo speciale scanner, messo a punto dagli studiosi della scuola di medicina Charitè di Berlino, sarà a disposizione delle persone, già dalla prossima estate, ad un costo di 175 sterline, come descritto nel quotidiano britannico Daily Mail. Per ora è stato testato su 50 giovani studenti, frequentanti la scuola superiore; dato che fumo e cattive abitudini alimentari sono, attualmente, proprie dei ragazzi adolescenti.

    Ma come funziona tale dispositivo? Grazie ad un fascio di luce emesso sul corpo del paziente, lo scanner raccoglierà la luce riflessa, e analizzerà i dati rilevati. Misurerà i livelli di antiossidanti, sostanze necessarie per l’organismo, per potersi difendere da una serie di malattie e dai radicali liberi. Sino ad ora i livelli di antiossidanti nella pelle, vengono misurati attraverso il prelievo di più campioni, quindi mediante tecnica invasiva.