Christy Turlington: mortalità troppo alta in gravidanza

Christy Turlington: mortalità troppo alta in gravidanza

Sono ancora troppe le donne che muoiono per complicanze legate alla gravidanza o al parto in molti Paesi disagiati del mondo, ma anche ldove l'assistenza sanitaria non è accessibile a tutti: il documentario denuncia di Christy Turlington

da in Gravidanza, In Evidenza, Parto, Salute Donna, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    In Bangladesh una madre non può provvedere alle cure necessarie perché non esistono strutture in grado di assisterla, mentre in Guatemala l’unica speranza di vita per lei è l’aborto. A denunciarlo è un’insospettabile, Christy Turlington, modella e testimonial di un noto brand del settore make-up.

    La modella californiana in realtà è da tempo impegnata, con una propria fondazione di beneficenza, sul fronte della lotta per la salute e l’emancipazione delle donne, oltre a battersi quotidianamente per la prevenzione del cancro del polmone e per il supporto dei rifugiati e delle organizzazioni dei bambini.

    Questa volta, però, la denuncia passa dal video: la Turlington ha realizzato un documentario sulla mortalità in gravidanza, dal significativo titolo “No Woman No Cray”, che segna il suo debutto da regista al Tribeca Film Festival:“L’interesse per il documentario c’era da tempo, ma il viaggio in Perù al seguito dell’organizzazione umanitaria Care, con la quale collaboro, mi ha letteralmente aperto gli occhi” spiega la modella.

    In realtà anche la storia personale della donna ha contribuito, visto che la stessa Turlington è incorsa, alla nascita della primogenita, in una emorragia, fortunatamente risolta senza conseguenze.

    È consapevole, però, che al mondo e anche negli USA, non tutte hanno la stessa fortuna, che dovrebbe poi essere un diritto: “Mezzo milione di donne muoiono in gravidanza o durante il parto ogni anno; ma la cosa più difficile da accettare è che il 90% di queste morti sarebbero evitabili con un adeguato sistema sanitario.”

    Oltre al documentario è nato anche il sito Everymothercounts.org, per raccogliere fondi destinati a evitare che la gravidanza e il parto non rappresentino una condanna per le donne dei Paesi più disagiati o dove le politiche sanitarie non sono adeguate.

    Nel video il trailer del documentario “No woman no cray” realizzato da Christy Turlington (Fonte: Youtube.com)

    359

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GravidanzaIn EvidenzaPartoSalute DonnaSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI