NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cervello: rinvigorito dalla navigazione on line

Cervello: rinvigorito dalla navigazione on line

Navigare on line è un'ottima strategia per mantenere attive le funzioni complesse cerebrali, soprattutto per le persone anziane

da in Anziani, Cervello, Memoria, Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    memoria

    Le funzioni cognitive del nostro cervello possono trarre beneficio dall’uso di internet. La questione rigurda in modo particolare gli anziani, ma non solo. E’ ciò che è stato messo in evidenza da una ricerca portata avanti presso l’Università della California. Navigare on line per almeno una settimana permette di mantenere attive le regioni cerebrali dedicate al linguaggio, alla memoria e alle abilità visive.

    A trarne beneficio sono tutti i processi cognitivi implicati nei ragionamenti e nelle decisioni complesse. I meccanismi mentali che stanno alla base di tali funzioni possono andare incontro ad atrofie e a cambiamenti strutturali con il passare del tempo, ma immergersi nel mondo virtuale può costituire un modo per rimediare a questi inconvenienti.

    I ricercatori hanno preso in considerazione individui tra i 55 e i 78 anni e li hanno avviati ad un processo di fruizione del web, nonostante essi non avevano mai utilizzato internet. Si è visto che i soggetti hanno imparato molto infretta e mediante l’uso della risonanza magnetica si è notato una ripresa dell’attività in quelle aree cerebrali che avevano subito un deterioramento con l’avanzare dell’età.

    Navigare on line sarebbe insomma un’ottima strategia per mantenere in allenamento il nostro cervello, un vero e proprio sistema per proteggerlo dalle conseguenze determinate dall’invecchiamento.

    Utilizzare le risorse offerte dalla tecnologia, per pensare alla nostra salute è un modo utile di occuparsi del benessere personale. Internet in questo senso può rivelarsi davvero una notevole strategia per mantenersi mentalmente giovani.

    Immagine tratta da: haisentito.it

    302

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnzianiCervelloMemoriaPrimo PianoPsicologiaRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI