Cervello: la maturità arriva dopo i 40 anni

Il cervello non finisce mai di stupire e, stando ai recenti risultati di uno studio britannico, nemmeno di evolversi: la maturità per la corteccia prefrontale arriva solo dopo i 40 anni

da , il

    Cervello, maturità dopo i 40 anni

    Il cervello non smette mai di evolversi, almeno fino quasi alla soglia dei cinquant’anni: ecco quanto è sorprendentemente emerso da una recente ricerca britannica, che ha dimostrato come questo prezioso organo sia in costante evoluzione per gran parte della vita. La maturazione completa, secondo i ricercatori britannici, dell’University College di Londra, arriva in età adulta, dopo i quarant’anni.

    Un processo di sviluppo, evoluzione e maturazione sembra essere quello che attraversa la materia cerebrale per circa ben due terzi della vita media di un essere umano. Infatti, secondo le evidenze della sperimentazione d’oltremanica, la corteccia prefrontale continua ad evolversi e a modificarsi per decenni, non si interrompe nei primi anni di vita, come si è sempre ipotizzato.

    Quarant’anni e oltre servono al cervello per raggiungere la vera maturità: i ricercatori londinesi, nella sperimentazione che hanno presentato in occasione del British Neuroscience Christmas symposium, hanno stabilito, attraverso la risonanza magnetica, che la corteccia prefrontale, cioè l’area del cervello deputata, fra le altre cose, alla gestione della socialità e delle decisioni, è attraversata da mutamenti e modifiche continue fino ai quarant’anni e oltre.

    ”Fino a dieci anni fa l’opinione diffusa era che il cervello terminasse il proprio sviluppo nei primi anni di vita, ora, invece, grazie alle moderne tecniche di imaging, alla risonanza magnetica, sappiamo che questo non succede. L’area interessata è particolarmente importante, ed è in definitiva quella che ci rende umani” ha sottolineato Sarah-Jayne Blakemore, una delle ricercatrici che ha collaborato alla ricerca.