Cervello: il trapianto da un serial killer

Cervello: il trapianto da un serial killer

L’idea di dover ricevere con un trapianto un organo appartenuto ad una persona cattiva suscita effetti negativi con la convinzione di ereditare parte del suo carattere

da in Benessere, Cervello, Mente, Psicologia, Ricerca Medica, Trapianti
Ultimo aggiornamento:

    cervello

    Il nostro cervello è in grado di fare delle associazioni fra vari aspetti della realtà, i cui effetti sono a volte piuttosto sorprendenti. E’ il caso per esempio della convinzione che in seguito ad un trapianto di un organo appartenuto a un serial killer si ereditano anche alcuni aspetti relativi alla sua personalità. E’ come se una parte del corpo di una persona fosse in grado di trasmettere anche delle caratteristiche psicologiche.

    In realtà questa convinzione non ha un fondamento scientifico, ma è piuttosto forte negli individui, come ha dimostrato lo studio condotto da Bruce Hood, neuroscienziato dell’Università di Bristol in Gran Bretagna. La ricerca ha preso in considerazione le reazioni di 20 studenti, ai quali veniva detto di immaginare una situazione in cui sarebbero stati sottoposti ad un trapianto di importanza vitale.

    In una prima fase dello studio gli studenti osservavano dei volti appartenenti a degli sconosciuti ed esprimevano il loro grado di soddisfazione sull’eventualità di ricevere un organo da una o da un’altra di quelle persone. In una seconda fase della ricerca, oltre a vedere il volto degli individui, gli studenti avevano anche l’opportunità di disporre di un giudizio morale riguardo agli individui stessi.

    In base a questo giudizio gli individui venivano identificati come buoni o come cattivi.

    La soddisfazione dei soggetti dell’esperimento diminuiva di molto all’idea di dover eventualmente ricevere un organo da una persona cattiva. In particolare i giovani si mostravano del tutto contrariati se veniva loro prospettata l’idea di dover ricevere un cuore da un serial killer.

    Immagine tratta da: www.psic.it

    321

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloMentePsicologiaRicerca MedicaTrapianti
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI