NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cervello: il razzismo implicito

Cervello: il razzismo implicito

Allenarsi a distinguere le peculiarità presenti nei volti delle persone di altre etnie potrebbe rivelarsi utile per combattere il nostro razzismo implicito

da in Benessere, Cervello, Comportamento, Linguaggio, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    comportamento

    Nel nostro cervello spesso si nasconde una forma di razzismo che non si manifesta in maniera evidente, ma si può rintracciare in alcuni elementi ben precisi. Uno studio pubblicato sulla rivista “PLoS ONE”, portato avanti dalla Brown University, ha preso proprio in considerazione il razzismo implicito con l’obiettivo di misurarlo per mezzo di un apposito test. Più in particolare è stata valutata la velocità con cui 20 studenti volontari riuscivano a riconoscere parole di significato negativo individuandole fra altri termini. Questa operazione veniva compiuta dopo che i volontari avevano osservato un volto.

    Ne è emerso che quando i visi visualizzati erano di persone afroamericane i soggetti trovavano molto più velocemente la parola che esprimeva il significato negativo. Dopo il test metà dei volontari sono stati sottoposti ad un periodo di addestramento che aveva l’obiettivo di aumentare in loro la capacità di riconoscere e distinguere le caratteristiche peculiari dei volti degli afroamericani.

    Successivamente i volontari hanno fatto di nuovo il test per misurare il loro grado di razzismo implicito, che si è rivelato in forte diminuzione e molto inferiore rispetto anche all’altra metà dei volontari che non si erano allenati a distinguere le peculiarità dei volti afroamericani.

    La ricerca ha avuto anche il merito di individuare una connessione fra razzismo implicito e un altro fenomeno psicologico che è detto “effetto altra razza”. Quest’ultimo consiste nel non riuscire a distinguere una persona dall’altra, quando ci si trova ad osservare individui appartenenti ad un’altra etnia.

    Per combattere il razzismo quindi si potrebbe rivelare molto utile l’allenamento alla distinzione delle peculiarità.

    Immagine tratta da: www.partecipiamo.it

    323

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloComportamentoLinguaggioPsicologiaRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI