Cervello: il fenomeno della cronestesia

Cervello: il fenomeno della cronestesia

La cronestesia è il fenomeno per il quale il nostro corpo reagisce con movimenti sincronizzati ai processi mentali del ricordare e dell’immaginare

da in Cervello, Corpo, Mente, News Salute, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    struttura cervello

    Il nostro cervello è estremamente legato al corpo e insieme costituiscono un sistema interdipendente, i cui effetti è facile e allo stesso interessante scoprire. Nelle nostre attività mentali che riguardano il ricordare e l’immaginare il corpo è in grado di muoversi in sintonia e in maniera sincronizzata con i nostri processi mentali.

    È il processo che è noto come cronestesia. Chiare spiegazioni a questo proposito sono state fornite dai ricercatori dell`Università di Aberdeen, i quali hanno constatato come il nostro corpo compie dei movimenti che possono essere direttamente rapportati all’attività di immaginazione che ci spinge a prospettarci un viaggio nel tempo passato o futuro. Il nostro corpo compie movimenti rivolti all’indietro, se ricordiamo avvenimenti già accaduti, o in avanti se immaginiamo il futuro.

    Tutto ciò è dovuto al fatto che la nostra percezione del tempo non è un processo che rimane nascosto, ma si avvale di apposite espressioni corporee, che manifestano il processo della mente. Gli studiosi sono giunti a questa conclusione, coinvolgendo 20 ragazzi in un particolare esperimento.

    Ai soggetti sono stati applicati dei sensori ad un ginocchio e sono stati invitati a pensare al passato o al futuro.

    Si è visto così, attraverso il movimento registrato dai sensori, che si verificavano dei movimenti in determinate direzioni in corrispondenza dell’attività della mente. I nostri sistemi senso motori potrebbero essere collegati in maniera stretta alla percezione temporale, ecco spiegato il perché delle reazioni che siamo in gado di mettere in atto quando immaginiamo o ricordiamo.

    Immagine tratta da: modusvivendi.it

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloCorpoMenteNews SalutePsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI