Cervello: i maschi hanno più abilità spaziali

Cervello: i maschi hanno più abilità spaziali

Secondo due studi i maschi possiedono migliori abilità spaziali, perché la loro corteccia cerebrale dei lobi parietali è più spessa è più attiva rispetto a quella delle donne

da in Cervello, Corteccia cerebrale, News Salute, Psicologia, Ricerca Medica, Risonanza magnetica
Ultimo aggiornamento:

    corteccia cerebrale

    Il nostro cervello si rivela sempre ricco di sorprese, soprattutto nelle differenze di genere che in certi casi sembrano essere strettamente collegate alle sue funzioni. Spesso si dice che le donne siano più predisposte per la capacità di usare il linguaggio, mentre gli uomini sarebbero più bravi nelle capacità spaziali. In realtà a volte non si tratta solo di luoghi comuni, ma di fatti che la scienza è in grado di dimostrare.

    E’ il caso per esempio dello studio del “Neuroscience Graduate Program” dell’Università dell’Iowa, che ha dimostrato che gli uomini sarebbero più bravi delle donne negli esercizi di rappresentazione mentale degli oggetti. La differenza è determinata dal fatto che questa abilità è collegata allo spessore e all’estensione della corteccia cerebrale dei lobi parietali del cervello, che nelle donne è più sottile e più piccola.

    Per arrivare a queste conclusioni, 38 uomini e 38 donne sono stati sottoposti allo svolgimento di esercizi di rotazione mentale e di riconoscimento degli oggetti. Mentre eseguivano le prove sono state analizzate le correlazioni tra le prestazioni e le differenze anatomiche della struttura cerebrale attraverso la risonanza magnetica funzionale.

    Gli uomini hanno eseguito le prove in minor tempo rispetto alle donne e hanno raggiunto una percentuale di risposte esatte pari al 66 % rispetto al 53 % di quelle delle donne.

    Nella struttura del cervello si è visto che mentre svolgevano le prove gli uomini mostravano un’area corrispondente ai lobi parietali più attiva del 10 per cento.

    Secondo un altro studio dell’Università della California e del Pitzer College i maschi sarebbero in possesso di migliori abilità spaziali a partire dai cinque mesi di età. Quando a dei neonati sono state mostrate delle immagini a forma di “L” composte da tubi colorati, le femmine si sono soffermate per più tempo rispetto ai maschi ad osservarle. Questo ha dimostrato che occorreva loro più tempo per riconoscere quella forma come un oggetto a loro familiare.

    Immagine tratta da: www.blogalileo.com

    385

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloCorteccia cerebraleNews SalutePsicologiaRicerca MedicaRisonanza magnetica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI