NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cervello: gli uomini si orientano meglio, le donne sono multitasking

Cervello: gli uomini si orientano meglio, le donne sono multitasking

Il cervello degli uomini e delle donne presenterebbe delle sostanziali differenze

da in Cervello, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    cervello uomini donne

    Il cervello di uomini e donne non è poi così uguale come si potrebbe pensare. Lo dimostra uno studio, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Pnas. Questa ricerca non fa altro che confermare dei vecchi stereotipi, secondo i quali l’orientamento nello spazio sarebbe più facile per gli uomini, mentre il multitasking sarebbe una caratteristica più prettamente femminile. I ricercatori hanno preso in considerazione diversi soggetti, quasi 1.000, di età compresa tra gli 8 e i 22 anni. Quelli che sembravano soltanto degli schemi obsoleti, sono stati riconfermati.

    Tutto sta nella differenza di cablaggio che si può riscontrare nel cervello dei maschi e delle femmine. Queste ultime avrebbero più connessioni fra i due emisferi, quello destro e quello sinistro.

    Gli uomini, invece, manifesterebbero più collegamenti interni a ciascun emisfero.

    Il tutto determina delle differenze che potrebbero essere innate, che si farebbero strada attraverso l’azione degli ormoni, che cominciano a far sentire la loro influenza nella pubertà, o comunque ci sarebbe un influsso da parte dell’educazione, che agisce con azioni studiate nel corso del tempo.

    Alla base ci sarebbero anche delle pressioni evolutive, dovute alla divisione dei ruoli manifestatasi fin dai tempi più antichi. Gli uomini sarebbero stati più dediti a cacciare e quindi sarebbero stati più predisposti a sviluppare le loro capacità legate al coordinamento dei movimenti e alla percezione spaziale. Le donne hanno da sempre portato avanti il loro compito di accudire i figli e quindi avrebbero sviluppato maggiormente la memoria, il multitasking e le abilità sociali.

    300

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloNews Salute
    PIÙ POPOLARI