NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cervello: come funziona nel linguaggio degli attori

Cervello: come funziona nel linguaggio degli attori

Quando recitano gli attori attivano anche il solco infraparietale, un'area del cervello non usata nell'espressione linguistica delle altre persone

da in Cervello, Linguaggio, Mente, Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    cervello

    Per mettere in atto i processi mentali che interessano il linguaggio, il nostro cervello segue determinati schemi, che tuttavia sembrano non valere per tutti. Gli attori infatti mostrerebbero un’attivazione di aree che nelle altre persone di solito non si attivano quando parlano. Il tutto sarebbe collegato alle specifiche abilità acquisite dagli attori nel corso della loro esperienza.

    A dimostrarlo è uno studio, i cui risultati sono stati pubblicati su “Guardian”. Il tutto è partito dal coinvolgimento di Fiona Shaw, una nota attrice irlandese, in un particolare esperimento. L’attrice ha avuto il compito di recitare o di leggere dei numeri, mentre veniva sottoposta a delle tecniche di neuroimaging che consentivano di osservare la sua attività cerebrale.

    Si è potuto scoprire che l’attrice quando recitava e non quando leggeva i numeri attivava diverse regioni del cervello. Inoltre utilizzava anche il solco infraparietale, una zone cerebrale che di solito non viene messa in attività dalle persone che usano il linguaggio per scopi comunicativi. Questo dimostra che recitare non è solo un’emissione di suoni.

    L’attività del cervello fa vedere che recitare significa fare affidamento su parti molto più profonde della mente e mettere in atto meccanismi che di solito vengono impiegati nelle associazioni immaginative.

    E’ come se gli attori riuscissero ad elaborare in modo profondo ciò che devono dire, sentendolo come inevitabile da pronunciare in una determinata situazione.

    Una capacità di linguaggio e di espressione che dunque trascende la semplice ripetizione di frasi che qualcuno ha scritto appositamente per loro in maniera fittizia. E’ stato scoperto in sostanza il segreto della recitazione o meglio il segreto della mente che ci fa apprezzare una capacità inimitabile che ci fa provare emozioni.

    Immagine tratta da: thepolloweb.blogspot.com

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloLinguaggioMentePrimo PianoPsicologiaRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI