NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cellule staminali embrionali: per ridare autonomia agli invalidi

Cellule staminali embrionali: per ridare autonomia agli invalidi

La scienza medica sta facendo passi avanti, addirittura miracoli, al punto da " restituire le gambe " a chi ne ha perso l'uso a seguito di una lesione del midollo spinale e presto a chi ha avuto danni da ictus, tutto grazie alle cellule staminali

da in Cellule staminali, Ictus, Malattie, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Cellule_staminali

    Si apre un futuro meno triste per i pazienti affetti da paralisi a seguito di un grave trauma al midollo spinale. La speranza, come spesso accade in quest’ultimo periodo, deriva dall’impiego delle cellule staminali embrionali e da una ricerca americana che ha ricevuto il benestare dall’importante Ente statunitense Food and Drug Administration (FDA ).

    Secondo tale importantissimo lavoro scientifico, il futuro sicuramente più roseo e caratterizzato da una qualità della vita ottimale, sarebbe dato dalla possibilità da parte dei medici di iniettare tali cellule staminali direttamente nelle aree danneggiate del midollo spinale ed in questa sede si ricostruirebbe il tessuto andato perso e che non ha più alcuna funzione ma che, grazie al trapianto di cellule, si ricostituirebbe al punto da permettere nuovamente il passaggio dello stimolo nervoso dando la possibilità all’ammalato di riprendere le funzioni irrimediabilmente compromesse.

    “Siamo all’inizio di quello che potenzialmente potrebbe essere un nuovo capitolo delle terapie mediche, ben oltre alla classica pillola: il ripristino della funzione di tessuti e organi grazie all’iniezione di cellule sane,” spiega Tom Okarma, presidente della Geron Corporation, l’azienda responsabile del trial.

    E’ importante segnalare che tale impiego delle staminali avviene dopo una lunga pausa di riflessione che la FDA si è voluta concedere, attendendo anche nuovi riscontri scientifici riguardo tale pratica medica, per via della possibilità che l’impianto di cellule staminali potesse dar luogo a neoplasie anche gravi.

    Ma alla luce degli ultimi riscontri, il pericolo sembrerebbe remoto al punto che lo stesso Barack Obama: il neoinsediato presidente, ha infatti abrogato le limitazioni sulla ricerca con le cellule staminali embrionali, che il suo predecessore conservatore George Bush aveva fortemente sacrificato.

    Un argomento molto importante quello previsto dall’impiego delle cellule staminali per tali scopi al punto che, in seguito, si potrebbero anche aprire nuove prospettive di vita a quei malati che dopo un ictus restano più o meno invalidi per la vita, anche in questo caso si prevede l’iniezione di cellule staminali embrionali nel tessuti cerebrali danneggiati dall’ictus.

    394

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cellule staminaliIctusMalattieRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI