Celiachia: sintomi, cause e rimedi

La celiachia ha sintomi come gonfiore e dolore addominale. Le cause sono da individuare nella reazione del sistema immunitario e i rimedi sono costituiti da una dieta senza glutine.

da , il

    celiachia sintomi cause rimedi

    Celiachia: quali sono i sintomi, le cause e i rimedi? La malattia interessa l’apparato digerente e l’intestino. Si tratta di una patologia che interferisce con l’assorbimento dei nutrienti che sono presenti nei cibi. In particolare la causa del problema va rintracciato nel glutine e nella reazione che il sistema immunitario dell’individuo celiaco ha nei confronti di esso. Proprio in seguito alla reazione che si viene a determinare, il paziente celiaco, se ingerisce cibi contenenti glutine, può avvertire molte manifestazioni sintomatologiche, come gonfiore, dolore addominale, diarrea e vomito. Il rimedio più adatto è condurre una dieta priva di glutine.

    I sintomi

    I sintomi della celiachia si manifestano nel momento in cui l’individuo affetto dalla patologia si trova ad ingerire alimenti contenenti glutine, come, ad esempio, il pane e la pasta. In questi casi si verifica la presenza di gonfiore e dolore addominale, si manifestano dissenteria e vomito. Il paziente avverte un senso di costipazione e, con il tempo, può anche dimagrire a causa del cattivo assorbimento delle sostanze nutritive.

    Altri sintomi che si accompagnano a quelli che interessano l’apparato digerente sono: l’affaticamento, il dolore alle ossa e alle articolazioni, la fragilità ossea, il formicolio delle mani e dei piedi e possibili eruzioni cutanee che causano prurito. E’ il caso della cosiddetta dermatite erpetiforme.

    Le cause

    Non sono state trovate delle cause della celiachia in maniera precisa. Gli esperti ritengono che intervengano caratteristiche genetiche, unite ai fattori ambientali. Di certo, però, sappiamo come reagisce il sistema immunitario di fronte alla presenza di glutine. Normalmente le difese immunitarie svolgono la funzione di proteggere l’organismo dagli elementi esterni che possono provocare dei danni.

    In una condizione di celiachia, il sistema immunitario mette in atto una funzione anomala, formando degli anticorpi per reagire al glutine. Sono proprio questi anticorpi che attaccano il rivestimento intestinale, causano l’infiammazione e danneggiano i villi presenti nella parete dell’intestino. In questo modo l’apparato intestinale non riesce più ad assorbire le sostanze nutritive.

    I rimedi

    Pensando ai rimedi contro la celiachia, non possiamo parlare di una cura vera e propria. L’unica opportunità, per evitare sintomi fastidiosi che si possono manifestare, è quella di rivolgersi ad un dietologo, per mettere a punto una dieta senza glutine. Le persone celiache devono imparare anche a leggere le etichette dei prodotti, in modo da poter compiere delle scelte consapevoli sia al supermercato, sia quando si ritrovano a mangiare fuori casa. Proprio con la dieta senza glutine si possono ridurre i sintomi e curare i danni intestinali.

    Attraverso un’adeguata alimentazione, i villi intestinali ritornano ad assorbire le sostanze nutritive. In particolare i cibi da evitare sono costituiti da molti cereali, che contengono glutine: frumento, farro, orzo, segale, kamut, e quindi bisogna fare attenzione alla pasta, al pane, alla pizza, alla birra. Gli alimenti permessi sono, fra i cereali, il riso, il mais, il grano saraceno, l’amaranto, il miglio, la quinoa, che sono alimenti senza glutine.