Carnevale 2011: dieta in pericolo per i dolci?

I dolci di Carnevale possono mettere in pericolo la dieta, visto che sono prevalentemente fritti e comportano un elevato apporto di calorie

da , il

    carnevale 2011 dieta dolci

    In occasione del Carnevale 2011 la nostra dieta rischia di essere in pericolo a causa dei dolci. In effetti bisogna considerare che i dolci tipici di questa festa sono di solito basati sui fritti. Chiacchiere, tortelli, frittelle, tutto fritto e non sono limitati ai soli giorni di Carnevale, ma li troviamo per tutto il periodo che precede la ricorrenza.

    È da specificare che in tema di alimentazione se i fritti sono cucinati bene non sono pericolosi. Ma con i dolci di Carnevale si devono fare i conti anche per ciò che riguarda l’apporto di calorie che a volte è davvero eccessivo e non ci permette di restare in forma. Gli esperti consigliano di recuperare con un po’ di movimento in più, ma dobbiamo comunque tenere presente che gli zuccheri e i grassi contenuti nei dolci carnevaleschi non sono facilmente smaltibili.

    Secondo diversi studi il fritto non è nemico della linea, ma è logico che non bisogna esagerare. Particolare attenzione devono prestare coloro che hanno problemi al fegato o che soffrono di disturbi della digestione, di diabete o che hanno qualche chilo di troppo.

    In ogni caso è da tenere presente che per una buona frittura si deve badare a prendere alcuni accorgimenti: uso dell’olio d’oliva, olio non bollente e a costante temperatura, scolatura del fritto con carta assorbente. In questo modo possiamo essere sicuri di non trascurare la nostra salute con un’alimentazione non corretta che non ci aiuta a badare alle regole fondamentali per il benessere.

    Tra l’altro l’apporto nutrizionale di questi dolci è scarso, anche psicologicamente possono rappresentare una sorta di trasgressione, che ogni tanto è concessa. Basta seguire in tema di dieta dei consigli per un’alimentazione corretta.