Carie dentali: cause, cure e costi

Carie dentali: cause, cure e costi

Le carie dentali sono le più acerrime nemiche della salute dei denti e della bocca: causate dell’azione dei batteri, complici la scarsa igiene orale e l’alimentazione ricca di zuccheri

da in Batteri, Carie, Cura dei Denti, In Evidenza, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    Carie dentali cause e cure

    Fastidiosa, dolorosa e insidiosa: ecco tre aggettivi che calzano a pennello alla carie dentali, uno dei disturbi più diffusi, che, se sottovalutato, rischia di creare danni importanti ai denti colpiti. Un problema dentale prevenibili, con la giusta dose di igiene orale e con qualche attenzione alimentare: la carie è una cavità “scavata” nel dente dai batteri, che, dallo smalto, più superficiale, può addentrarsi in profondità.

    Le cause possibili

    Quando si tratta di carie dentali, il responsabile principale è facilmente identificabile, ha un nome ben preciso: lo Streptococco mutans, un microrganismo pericoloso per la salute dei denti, un battere sempre presente nel cavo orale.

    Tutta colpa, o quasi degli zuccheri. Infatti, quando i residui di zuccheri semplici, ingeriti attraverso i dolci e altri alimenti zuccherini, non vengono eliminati dalla superficie dei denti, a colpi di spazzolino e dentifricio, creano un ambiente acido, capace, con il passare del tempo, di indebolire lo smalto dei denti, rendendolo più facilmente vittima del battere causa della carie.

    L’ambiente favorevole per lo sviluppo dell’infezione e della carie è garantito dall’eccesso di zuccheri e dall’accumolo di placca batterica, effetto collaterale della scarsa igiene orale.

    Risolvere il problema, le cure disponibili

    Dimenticarsi di questo fastidioso problema, causa di mal di denti e di disagi durante la masticazione, è possibile, grazie all’intervento dello specialista, il dentista.

    La strategia terapeutica da adottare varia in base al grado di compromissione delle strutture dentali. Se la carie è sperficiale, ha intaccato lo smalto del dente, ma non ha colpito la camera pulpare, è possibile bloccare il processo degenerativo dell’infezione con una semplice otturazione, effettuando grazie a un composito, una speciale resina.

    Le otturazioni possono costare da 100 a 180 euro, in base all’estensione della cavità da trattare.

    Nei casi più seri, invece, sono necessari interventi più invasivi, come la devitalizzazione o cura canalare, che prevede la rimozione del tessuto pulpare del dente. Il costo per la devitalizzazione parte da circa 190 euro.

    A proposito di carie, ecco qualche suggerimento per approfondire:

    Carie bambini: a causarla un agente patogeno

    Carie: le diete potrebbero favorirle

    Carie dentaria. Che fare?

    Denti: la carie è causata da un enzima

    548

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BatteriCarieCura dei DentiIn EvidenzaMalattie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI