Carenza di vitamina B: i sintomi e quali alimenti la contengono

Carenza di vitamina B: i sintomi e quali alimenti la contengono

La carenza di vitamina B si manifesta con vari sintomi

da in Vitamina B, Vitamine
Ultimo aggiornamento:

    carenza di vitamina b sintomi quali alimenti

    La carenza di vitamina B quali sintomi ha? Quali alimenti la contengono in grande quantità? Le cause della carenza di questa vitamina possono essere alimentari, ma anche fisiche. L’assorbimento della vitamina B, infatti, è condizionato da vari fattori, come lo stress e l’uso di medicinali, tra i quali sonniferi e antibiotici. Anche un eccessivo consumo di alcuni alimenti, come caffè, zucchero e alcool, può determinare un calo della vitamina B nell’organismo. Anche i metodi di cottura possono fare la loro parte, perché specialmente il calore e la bollitura possono distruggere due terzi della vitamina presenti negli alimenti freschi.

    I sintomi della carenza di vitamina B si manifestano con secchezza della pelle, acne, debolezza dei capelli, ma anche con mancanza di appetito, insonnia e stitichezza. In particolare la mancanza di vitamina B1 può provocare la perdita di appetito, l’affaticamento, l’irritabilità e la difficoltà di concentrazione.

    La carenza di vitamina B6 può determinare una sensazione di intorpidimento che interessa le braccia e le gambe, ma anche disturbi alla vista e problemi di apprendimento. La vitamina B6 è molto importante nel nostro corpo, perché protegge il sistema nervoso centrale. La carenza di vitamina B12 provoca una malattia chiamata anemia perniciosa, che comprende difetti nella produzione delle cellule del sangue, disturbi digestivi e sindromi neurologiche.

    Nei casi meno gravi si hanno formicolii alle mani e disturbi dell’equilibrio.

    La vitamina B di solito è presente in alimenti di origine animale, come la carne di maiale, le interiora, il prosciutto, le uova, ma anche i derivati del latte. Minori quantità di questa vitamina sono presenti anche nei vegetali, soprattutto soia, asparagi, noci, cereali integrali e germe di grano.

    Nei prodotti preparati industrialmente una buona parte di vitamina B può andare persa durante i processi di raffinazione, nel corso della conservazione e della sterilizzazione degli alimenti. Proprio per questo motivo, per rimediare alla carenza di vitamina B, si dovrebbe cercare di consumare più prodotti integrali e non raffinati.

    Altri alimenti che contengono vitamina B in maniera ricca sono il lievito di birra, il tonno, le banane, le prugne, le patate e i legumi. Tra i legumi in particolare i piselli abbondano di vitamina B2 e di vitamina B6. Ceci, spinaci, fagiolini, fragole, broccoli e lattuga rappresentano le principali fonti di vitamina B9.

    491

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Vitamina BVitamine
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI