Cardiopatie: lo stenting diretto migliora la prognosi

Cardiopatie: lo stenting diretto migliora la prognosi
da in Infarto, Interventi Chirurgici, Malattie, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    stent

    A seguito di un certo numero di cardiopatie il ricorso all’intervento coronarico percutaneo diviene quasi indispensabile al fine di riportare il paziente alla quasi normalità; ma a questo punto in campo cardiologico la domanda che ci si fa è quella voilta a verificare se i progressi nel campo aiutano a migliorare la prognosi del paziente.

    Insomma, si vuole stabilire la necessità o meno di ricorrere all’impianto diretto dello stent, risultato un’innovazione rispetto ai tradizionali metodi praticati fino a dieci anni fa, oppure potrebbe essere ancora valida la tecnica più convenzionale dello stenting che prevede la dilatazione mediante palloncino?

    Se lo sono chiesti un team di ricercatori dell’Università Federico II di Napoli effettuando un’indagine su un gruppo di 6.803 pazienti suddivisi in 3.412 o 50,15% randomizzati allo stenting diretto e 3.391 o 49,85% randomizzati allo stenting convenzionale.

    Il gruppo di pazienti è stato osservato per un periodo di sei mesi dopo gli interventi che gli stessi avevano subito, constatando il loro stato di salute in questo lasso temporale. Alla luce dei risultati ottenuti dal Gruppo di Studio partenopeo, si sarebbe osservato che le possibilità di morte o infarto del miocardio erano significativamente più basse nel gruppo di malati che era ricorso allo stenting diretto, poiché tale tecnica era connessa soprattutto ad una minore incidenza di infarti del miocardio.

    Questa metanalisi” è la conclusione degli autori “dimostra che, in lesioni coronariche selezionate, lo stenting diretto migliora l’esito in pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo, riducendo in primo luogo l’incidenza di infarti del miocardio”.

    310

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfartoInterventi ChirurgiciMalattieRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI