Capillari rotti e fragili: cause e rimedi

Capillari rotti e fragili: cause e rimedi

I capillari rotti e fragili sono determinati da numerose cause

da in Circolazione, Sangue, Vasi sanguigni, Sistema-Cardiocircolatorio
Ultimo aggiornamento:

    capillari rotti e fragili cause rimedi

    Ci si accorge dei capillari rotti e fragili, quando, all’improvviso, si notano dei lividi, che non si sa nemmeno da cosa siano stati provocati. Le cause della fragilità capillare possono essere tante. Si può trattare di una carenza di vitamina C, il tutto può essere imputato all’alcool e al fumo o all’uso di alcuni particolari farmaci, come antinfiammatori e anticoagulanti. Può essere un fenomeno dettato dall’invecchiamento. In ogni caso esistono dei rimedi che si possono applicare. Si tratta sia di medicinali che di sostanze naturali.

    Le cause

    Le cause dei capillari rotti e fragili possono avere delle conseguenze anche nel viso, soprattutto a livello del naso. In questo caso si tratta degli effetti collaterali del consumo dell’alcool, perché quest’ultimo dilata i vasi sanguigni della pelle. Anche il fumo può essere una ragione, perché tende a ridurre la vitamina C di cui il corpo ha bisogno per la salute capillare.

    In effetti proprio la carenza di vitamina C ha un ruolo determinante nella debolezza dei capillari. Ci si accorge che manca questa sostanza soprattutto quando si incorre nel sanguinamento delle gengive. Bisogna comunque tenere presente che anche un’eccessiva esposizione al sole può essere una causa.

    A volte si può trattare di un fenomeno che sopraggiunge con l’età, ma anche di una risposta a trattamenti con farmaci corticosteroidi, antinfiammatori, anticoagulanti e medicinali per l’asma. Spesso gli effetti di questo tipo si riscontrano sulle braccia, che sono interessate dalla capillarite.

    E’ un disturbo dei vasi sanguigni che porta ad avere delle contusioni senza traumi. Si notano delle ecchimosi sotto la pelle.

    Quando il problema si manifesta alle gambe e alle cosce, ci possono essere problemi di circolazione del sangue. Il disturbo peggiora stando seduti, nella stessa posizione, o in piedi per lungo tempo.

    I rimedi

    I rimedi per i capillari rotti e fragili consistono innanzi tutto in dei farmaci da banco appositi per la fragilità capillare, che magari sono in grado di reintegrare la vitamina C. In ogni caso deve essere il medico a consigliare quello più adatto in base alla situazione.

    Si può comunque ovviare al problema con dei rimedi naturali. Utile a questo proposito è l’ippocastano, che produce un composto chiamato escina, in grado di ridurre il gonfiore delle gambe nei soggetti che soffrono di insufficienza venosa.

    L’arancio dolce protegge la circolazione capillare e riduce l’infiammazione, l’equiseto agisce come diuretico e, quindi, riduce il gonfiore. I flavonoidi, che si trovano ad esempio negli estratti dei semi d’uva, sono ideali per migliorare la circolazione. E’ poi da non dimenticare l’arnica, che ha effetti antidolorifici e antinfiammatori e viene usata a livello topico.

    Bisognerebbe stare attenti anche all’alimentazione, evitando i cibi troppo caldi e piccanti, l’alcool, il caffè e le bevande gassate. Nelle insalate è meglio aggiungere molto prezzemolo, che contiene abbondantemente vitamina C e bioflavonoidi.

    601

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CircolazioneSangueVasi sanguigniSistema-Cardiocircolatorio
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI