Capelli bianchi addio, grazie a una pillola

Capelli bianchi addio, grazie a una pillola

I capelli bianchi, presto, potrebbero non essere più un problema che richiede ore dal parrucchiere e tinte frequenti: una pillola potrebbe prevenire l’incanutimento della chioma

da in Benessere, Capelli, Frutta, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    addio capelli bianchi

    La chioma bianca potrebbe presto non essere un destino inesorabile: gli esperti di una famosa azienda cosmetica hanno individuato, nei loro laboratori francesi, l’ingrediente in grado di ingannare il trascorrere del tempo, almeno sui capelli. Si tratterebbe dell’estratto di un frutto, coperto dal segreto assoluto, in grado di prevenire la comparsa dei capelli bianchi.

    Un vero antidoto contro teste canute, dall’aria più vissuta e dalle cromie certamente poco giovani e giovanili? Sembra proprio di sì, almeno stando alle dichiarazioni della casa cosmetica francese, che promettono di fare felici i fan dei capelli colorati a tutti i costi, delle tinture e delle colorazioni, naturali e chimiche.

    Il segreto del successo arriva direttamente dalla natura, dall’estratto di un frutto, che probabilmente entro il 2015 diventerà l’ingrediente fondamentale di un prodotto in grado di preservare toni e sfumature dei capelli, proteggendoli dall’incanutimento.

    Il bianco non è una scelta cromatica casuale, l’incanutimento progressivo dei capelli, la loro perdita del colore originario, è il risultato di un processo preciso, da imputare ai melanociti, le cellule che secernono la melanina, collocati all’interno del follicolo capillare, responsabili del pigmento della chioma.

    L’invecchiamento mette a dura prova queste cellule “coloranti”, distruggendone alcune, ma non tutte: infatti, secondo i ricercatori francesi, quelle superstiti entrano in una fase di quiescenza. Per invertire il naturale processo di incanutimento, insomma, basta saperle riattivare e rendere nuovamente operative. insomma smettono di esercitare la propria funzione. “Questo è molto importante perché fintanto che alcune di queste cellule sopravvivono, noi possiamo riattivarle e fermare il processo di incanutimento” ha dichiarato Bruno Bernard, a capo della ricerca.

    331

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCapelliFruttaNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI