Candida intestinale: sintomi, cura e dieta

Candida intestinale: sintomi, cura e dieta

La candida intestinale è una patologia in cui viene inibita la funzione degli enzimi presenti nell'intestino

da in Intestino, Malattie, Mucose
Ultimo aggiornamento:

    intestino pigro tgco

    Cos’è la candida intestinale? Quali sono i sintomi, la cura e la dieta consigliata? La candida (candida albicans) è un microorganismo presente nel nostro organismo sotto forma di spora di lievito, ovvero in forma monocellulare. In condizioni fisiologiche, la candida vive nell’organismo umano come commensale saprofita (cioè vive dentro un altro organismo al quale non arreca alcun danno). Però, ad opportune condizioni, è in grado di determinare una patologia infettiva chiamata candidosi che, nel caso in cui sia localizzata nell’intestino, prende il nome di candida intestinale.

    In presenza di questa patologia, quindi, la funzione prioritaria degli enzimi, indispensabili per digerire ed assimilare i cibi quotidiani, viene inibita. Ciò provoca rallentamento della digestione, intolleranze alimentari, meteorismo ed altri sintomi a carico del sistema digerente. L’eccessivo accrescimento di questi parassiti intestinali interferisce anche con l’assorbimento ed il metabolismo dei nutrienti essenziali: aminoacidi, vitamine e minerali.
    Sintomi
    Le cause di questo tipo di infezione vanno ricondotte a condizioni particolari (prime tra tutte l’immunocompromissione e l’immunosoppressione) in cui un soggetto si trova in un determinato momento della vita, che alterano il normale equilibrio dell’organismo. Questa tipologia di candida non presenta contagio. Quali sono, dunque, i sintomi? Principalmente si riscontra il rallentamento dei processi digestivi e l’alterazione della mucosa intestinale, con la conseguente comparsa di stipsi e diarrea. A causa della stretta relazione tra intestino, sistema immunitario, sistema endocrino e sistema nervoso non vanno escluse manifestazioni di tipo neuropsichico come vertigini, mal di testa e difficoltà di concentrazione.

    Nei soggetti affetti da questa patologia si verifica anche una graduale perdita di peso, talvolta associata a stanchezza, comparsa di febbre, dolori muscolari e ossei.
    Cura e dieta
    Per effettuare la diagnosi di questa patologia, si ricorre all’esame delle feci e all’esame istologico eseguito tramite colonscopia. In caso di candida intestinale la terapia utilizzata per ridurre la sintomatologia e accelerare il processo di guarigione può essere sia farmacologica che naturale. L’alimentazione è molto importante sia nella prevenzione che nel trattamento di questa patologia. Infatti, una dieta non equilibrata priva di fibre e ricca di zuccheri può portare all’insorgere della candida. Pazienti che presentano candida intestinale dovranno evitare gli alimenti che forniscono zuccheri semplici come carboidrati raffinati e quelli che forniscono caffeina, preferendo alimenti poco elaborati, cereali, proteine, frutta e verdura di stagione.

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IntestinoMalattieMucose
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI