NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cancro: esistono anche i pomodori anticancro

Cancro: esistono anche i pomodori anticancro

A tavola si possono contrastare malattie importanti come il cancro e le malattie cardiovascolari e oggi la scienza ci da una marcia in più; come? trattando geneticamente alcuni pomodori

da in Alimentazione, Infarto, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Pomodori anticancro

    Fa piacere apprendere che la prevenzione verso malattie anche gravi si può iniziarla a tavola perché la natura è prodiga di risorse per contrastare gravi patologie come i tumori o le patologie cardiovascolari. Ciò che sorprende è che sono passati 20 anni da quando il National Cancer Istitute sostenne per la prima volta che bastavano cinque porzioni al giorno di frutta e verdura per migliorare in maniera sostanziale la propria salute, eppure sono stati in pochi ad osservare questo importante dettame della medicina ufficiale.

    Purtroppo quando gli italiani si stavano convertendo ad una dieta più naturale e che privilegiasse meno i grassi e l’eccesso di calorie a tutto favore di frutta e verdura, a rendere tutto più difficile ci si è messa la crisi dei consumi che ha spostato la spesa alimentare degli italiani verso prodotti a basso costo e, come ben sappiamo, purtroppo l’ortofrutta non è proprio la merce meno cara che si trovi sul mercato.

    Dunque che fare, sperare nella deflazione che rende tutto a buon prezzo ma che non risolve i problemi visto che la gente continuerà a non potersi permettere le merci anche coi costi ribassati, visto il basso potere d’acquisto della moneta, o far fare ancora una volta la sua parte alla scienza? Forse meglio, almeno per adesso, quest’ultima soluzione stavolta affidata agli studi di ricercatori inglesi che hanno modificato geneticamente alcuni pomodori addizionati di antocianine antitumore, grazie all’appartenenza di questi vegetali al gruppo dei flavonoidi che si oppongono efficacemente alla trasformazione di cellule normali in neoplastiche.

    Dunque parliamo di prodotti OGM, quelli che per alcuni ottusi oppositori sono visti come il vero guaio del secolo ma di fronte ai risultati che con questi prodotti si riusciranno a raggiungere anche i più strenui oppositori degli OGM dovranno, gioco forza, fare marcia indietro.


    I pomodori anticancro ricchi di flavonoidi si riconosceranno anche alla vista per via del fatto che hanno un aspetto violaceo vista l’addizione di antocianine cui sono stati sottoposti e che conferisce al frutto questa caratteristica tonalità, per giungere a ciò si è ricorso a due geni già presenti in alcuni fiori che, una volta introdotti, specificatamente nei pomodori, genera questa iperquantità di antocianine ad effetto antiossidante sulle cellule dell’organismo.

    Lo studio effettuato sui topi ha concluso che in questi animali cui era stato provocato il cancro la sopravvivenza dalla malattia era di gran lunga maggiore rispetto a quelli che erano stati nutriti con cibo privo di pomodori anticancro e rispetto a quelli al cui cibo s’erano introdotte piccole quantità di pomodori viola e dunque, fra i topi che erano stati nutriti in larga parte con questi vegetali trattati si è assistito, a parità di patologia, ad un allungamento della vita quantizzato in ragione del 25% . Se si volesse trasferire il dato sugli umani, in maniera molto empirica e,comunque solamente indicativa, basterebbe conoscere la durata della vita del topo e paragonarla a quella dell’uomo per capire di quanto si allungherebbe la vita di quest’ultimo vivente.

    Certo gli studi sono pionieristici e allo stato iniziale, ad esempio non sono stati valutati gli eventuali effetti collaterali da ingestione di questi prodotti e, soprattutto, in queste quantità e questo sarà il prossimo passo che i ricercatori vorranno valutare, per intanto ed in attesa che gli esperimenti proseguono i medici avvertono e consigliano di mangiare il più naturale e sano possibile, perché e almeno questo è sicuramente accertato, attuare tali norme dietetiche aiuta a vivere meglio; domani, si potrà farlo aiutati in questo anche dalla ricerca scientifica, abituandoci ad aggiungere ai tradizionali alimenti piccole che contengano sostanze come quelle di cui si è appena discusso.

    648

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneInfartoTumori
    PIÙ POPOLARI