Cancro e fumo: l’azione del Polonio 210

Cancro e fumo: l’azione del Polonio 210

Le industrie che producono tabacco, dopo anni di ricerche, per eliminarlo dai loro prodotti, non avendo successo, hanno dichiarato al mondo che nelle bionde e' contenuto il Polonio 210

da in Fumo, News Salute, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Isotopi

    Dopo anni e anni di studi fatti sul Polonio, un metalloide – isotopo – radioattivo presente nelle sigarette, per capire quanto fosse mortale, le industrie del tabacco hanno deciso di dichiarare che era presente nel loro prodotto.

    Poco da aggiungere a questa notizia, che nei giorni scorsi era pubblicata dai principali network che si occupano di salute: il polonio, in quanto radioattivo, non deve essere commercializzato per essere consumato e assunto dall’organismo in un prodotto di uso quotidiano, come la sigaretta.

    Lo studio e’ stato diffuso prima dall’American Journal of Public Health, che ha trattato dei 1.500 documenti che attestano la presenza della sostanza e ne parlano come sostanza altamente pericolosa e mortale.

    Per dire una di queste reazioni basta ricordare che il Polonio 210 e’ la sostanza che le spie usano per avvelenare i nemici politici: le industrie del tabacco, prima di rinunciare ai loro studi per impossibilita’ di successo, contavano di riuscire un giorno a eliminare la sostanza, e non hanno ritenuto di doverla dichiarare per non creare allarme.

    Il problema e’ che il Polonio 210 è presente sulle foglie del tabacco e anche all’interno della sua struttura chimica: non ci sono modi per eliminare questa sostanza, che e’ naturamlente parte del tabacco come di altri alimenti.

    In conclusione le aziende produttrici, ora che la notizia e’ trapelata, temono azioni legali, perche’ non e’ mai stato chiaro come mai il fumo potesse essere cancerogeno.

    Foto da http://www.unitednuclear.com

    294

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FumoNews SaluteTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI