Cancro allo stomaco: individuato il gene responsabile

Cancro allo stomaco: individuato il gene responsabile

Cancro allo stomaco: individuato il gene responsabile

da in Cancro, DNA, Enzimi, Malattie, Ricerca Medica, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    Enzimi

    La suscettibilita’ personale relativamente al cancro allo stomaco dipenderebbe da un gene, secondo quanto scoperto da una ricercatrice italiana, per cui il rischio di cancro allo stomaco aumenterebbe fino al 50% per colpa della Metilenetetraidrofolato reduttasi (MTHFR).

    La variante del gene riguarderebbe all’incirca meta’ della popolazione italiana, che sarebbe dunque in pericolo di sviluppo del carcinoma gastrico. Il risultato dello studio e’ stato pubblicato sull’autorevole rivista American Journal of Epidemiology: il lavoro si e’ basato principalmente su una analisi che include tutti i lavori pubblicati in letteratura a opera di un gruppo internazionale coordinato da Stefania Boccia, ricercatore dell’Istituto di Igiene dell’Universita’ Cattolica di Roma diretto dal prof. Walter Ricciardi. Il tumore allo stomaco e’ uno dei tumori piu’ diffuzi in assoluto, solo in Italia ogni 100 mila abitanti si manifestano ben 15 casi di questa malattia, e fino a questo momento non esistevano studi specifici che si occupassero di individuare le cause di questa malattia; questa ricerca e’ stata svolta insieme alla International Agency of Research on Cancer (IARC) e all’Universita’ di Pittsburgh.


    Per arrivare a questi risultati sono stati uniti due diversi studi, uno curato dalla Dott.ssa Boccia in Cattolica
    , e in contemporanea sono stati raccolti tutti i dati di letteratura medica a disposizione, si e’ cosi’ riusciti a unire le note scientifiche relative a circa 1500 casi, e 2500 controlli, confermando il ruolo dell’enzima nello sviluppo dell’adenocarcinomagastrico.

    I soggetti che sono portatori di questa variante rischiano ancora di piu’, arrivando a un raddoppio dei casi (100% in piu’) se nella loro dieta sono esclusi i folati, che si trovano nei vegetali a foglia larga, negli agrumi, nei legumi, nella birra, nel fegato e nel tuorlo d’uovo.

    In: “Meta- and Pooled Analyses of the Methylenetetrahydrofolate Reductase C677T and A1298C Polymorphisms and Gastric Cancer Risk: A Huge-GSEC Review”

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CancroDNAEnzimiMalattieRicerca MedicaTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI