Camminare: senza scarpe con il Barefooting

Camminare: senza scarpe con il Barefooting

Camminare a piedi nudi per riequilibrare il rapporto tra il movimento e il pensiero è una azione che vi riporterà direttamente indietro nel tempo, come se nessun giorno fosse passato da quell'era primordiale, in cui l'uomo e il cosmo erano un sinolo indivisibile

da in Benessere, Estetica e Trattamenti
Ultimo aggiornamento:

    Parco per camminare

    Natura e cura di sè: un binomio questo che descrive perfettamente la sensazione che prova il barefooter quando si trova ad affrontare il suo primo percorso naturistico a piedi nudi in un ambiente predisposto all’attività del camminare scalzo, o al limite in un ambiente davvero incontaminato, come potrebbero essere un giardino o un bosco o una spiaggia.

    Barefooting significa camminare a nudo, su un percorso misto, per migliorare la sensibilità del ppiede e per provare sensazioni nuove e profonde. Per preparare il percorso nel vostro giardino potete scegliere diversi materiali: un pò di prato, un pò di fango, dei sassi piatti, delle foglie secche, della sabbia, dell’erba bagnata e il gioco è fatto.


    Camminare
    a piedi nudi riporta a uno stato primordiale, permette di rivivere sensazioni dimenticate, come il caldo e il freddo, il liscio, il ruvido, il duro, il molle, l’asciutto o il bagnato, sentito direttamente attraverso i sensi della pelle del vostro piede. L’esperienza non ha pari in fatto di trattamenti naturali e rimette in moto tutti i vostri punti nevralgici del piede e delle gambe.

    Camminare piano, a piedi nudi, senza una scarpa che attutisce e rende omogenea la superficie, costringe a fare passi più meditati, con la presa di coscienza del singolo movimento, costringendovi a coordinare il pensiero al movimento che fate, aiutandovi dunque nel vostro percorso.

    Il barefooting è più di un gioco per volersi bene, diventa un modo di vivere, che nella società moderna richiede spazi predisposti a dovere, ma che di fatto restituisce le stesse sensazioni della camminata del primo homo sapiens, moderata a seconda della necessità.

    L’avvertimento però è di dovere: non affrontate il barefooting pensando che sia una attività semplice e superficiale, potreste incappare nei disagi/disastri tipici dello sprovveduto, che si trova con ferite, lesioni o traumi a tendini, legamenti e talloni, perché non ha affrontato il percorso mentale di concentrazione sull’azione e si è buttato sui suoi passi senza pensare.

    Immagini tratte da Caguerriera

    406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereEstetica e Trattamenti
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI