Calvizie: le ultime novità nelle cure

Calvizie: le ultime novità nelle cure
da in Alopecia, Calvizie, Capelli, Cure
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12/08/2016 07:07

    Caduta capelli

    Le ultime novità nelle cure delle calvizie? La caduta dei capellialopecia androgenetica – può essere dovuta a molti fattori, tra cui quelli genetici, ambientali e l’avanzamento di età: la perdita di capelli androgenetica colpisce circa il 70% degli uomini – la recessione ha inizio sopra le tempie e al vertice – ed il 40% delle donne, che accusa un diradamento diffuso sulla testa. La calvizia può essere associata a patologie come la sindrome di Cushing e l’ipotiroidismo e i pazienti sofferenti di alopecia androgenetica pare siano più predisposti ad ipertensione e diabete mellito di tipo 2. Ma esistono dei rimedi efficaci per combattere questo problema? Gli studi per cercare una cura efficace procedono: ecco, quindi, le ultime novità in merito.

    Staminali

    L’istituto di ricerca statunitense “Sanford-Burnham Medical Research Institute” ha, di recente, scoperto che le cellule staminali sono in grado di far crescere i capelli: le sperimentazioni sono state effettuate sui topi e pare mettano fine alle calvizie e ai trapianti di capelli. Naturalmente, i topi sono ben diversi dagli esseri umani, per cui non si è ancora certi della riuscita sulla razza umana. La scoperta è stata pubblicata sulla rivista scientifica “Plos One” e potrebbe rappresentare una svolta nella lotta alla caduta dei capelli.

    Farmaci

    Esistono dei farmaci a base di finasteride creati, inizialmente, per curare e combattere il cancro alla prostata, ma dimostratisi ottimi per combattere la perdita dei capelli. Anche una terapia farmacologica a base di minoxidil pare sia altrettanto efficace e, per questa ragione, è spesso prescritta dai dermatologi contro l’alopecia, di cui è importante riconoscere i sintomi. Va ricordato, però, che la finasteride ha delle controindicazioni che possono portare ad effetti collaterali importanti.

    Laser

    La tecnologia anticaduta del laser per capelli e i trattamenti tricologici ad alta frequenza sono delle tecniche che possono venire impiegate con successo per migliorare la situazione del cuoio capelluto. Come? Occorre, prima di tutto, eliminare le impurità per permettere la crescita di capelli sani e forti e stimolare, al tempo stesso, la ricrescita. La tecnologia del laser ed i trattamenti ad alta frequenza aiutano, poi, la vascolarizzazione a livello dei bulbi piliferi con conseguenti benefici per la cute.

    Cheratina

    Il trattamento alla cheratina per il cuoio capelluto è uno dei metodi più usati per cercare di rendere i capelli forti e capaci di resistere alla caduta, sebbene non ne si conosca la reale efficacia sulla ristrutturazione del capello: questo tipo di trattamento non è, però, da considerarsi risolutivo, non agendo sulle eventuali reali cause del problema.

    Test

    Infine, occorre tenere presente che è bene rivolgersi, in ogni caso, ad un medico, che farà gli opportuni esami per escludere patologie e anomalie a livello cutaneo e sottocutaneo. Uno di questi esami è il test del capello – o tricogramma – che prevede l’analisi al microscopio di circa 100 capelli per valutarne la salute e trovare rimedi efficaci per risolvere il problema.

    808

    LEGGI ANCHE