NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Calvizie: dipende dalla quantità di grasso presente nel cuoio capelluto

Calvizie: dipende dalla quantità di grasso presente nel cuoio capelluto

Uno studio statunitense ha scoperto che l’insorgenza della calvizie, disturbo presente sia negli uomini che nella donne, potrebbe essere bloccata grazie alle cellule di grasso

da in Calvizie, Capelli, Grasso corporeo, In Evidenza, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    calvizie cuoio capelluto

    La calvizie dipenderebbe dalla quantità di grasso presente nel cuoio capelluto. Uno dei disturbi più antipatici e temuti da parte dell’uomo (ma anche della donna) è correlato, secondo uno studio statunitense, alla quantità di cellule adipose presenti nel cuoio capelluto. Molti uomini, ma come accennato prima è oramai un pensiero anche femminile, vedono la calvizie un vero problema sia estetico che personale

    Il collegamento tra cellule di grasso e insorgenza della calvizie è il risultato di uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Yale (New Haven, Stati Uniti). La ricerca, pubblicata sulla rivista Cell, è stata eseguita sui topi senza peli le cui cellule di grasso erano bloccate. La ricrescita dei peli si è avuta in circa due settimane risvegliando i follicoli piliferi tramite il reintegro delle cellule adipose.

    Infatti la calvizie è dovuta al fatto che i follicoli del cuoio capelluto si trovano in una fase dormiente ormai bloccata; con la somministrazione degli adipociti si possono riattivare i follicoli e quindi la ripresa della crescita.

    La riattivazione di questi ultimi (almeno l’85%) è dovuta ad una molecola, il platelet-derived growth factor (PDGF), che si trova in quantità elevate nelle cellule adipose. Ecco perché la riattivazione dei follicoli si ha con l’inserimento degli adipociti che possiedono quantità di questa molecola circa 100 volte di più rispetto ai tessuti circostanti.

    273

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalvizieCapelliGrasso corporeoIn EvidenzaNews SaluteRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI