NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Caldo e animali: consigli “anti-afa” per Fido

Caldo e animali: consigli “anti-afa” per Fido

L’afa è arrivata inesorabile sulla Penisola e se gli italiani boccheggiano, i loro amici a quattro zampe soffrono allo stesso modo o, forse, anche di più: ecco i consigli dell’Anmvi

da in Benessere animali
Ultimo aggiornamento:

    caldo animali

    Dopo settimane di meteo decisamente poco estivo, l’estate è esplosa in tutta la sua prepotenza, con temperature record e afa ai massimi livelli. Gli uomini boccheggiano, ma non solo loro, anche gli animali domestici, gli amici a quattro zampe risentono di questo caldo e questi tassi di umidità nell’aria alle stelle. Ecco qualche suggerimento anti-afa, per gli animali, forniti dall’Anmvi, Associazione nazionale medici veterinari italiani.

    Contro la prima ondata di canicola estiva, che rischia di mettere ko Fido & co., “è importante limitare la durata delle passeggiate igieniche del cane al massimo a 10 minuti nelle ore più calde e utilizzare anche della crema solare, soprattutto per i ‘pet’ che hanno parti del corpo glabre e in particolare per i gatti bianchi, che hanno orecchie delicate a rischio di tumori cutanei” ha suggerito Marco Melosi, vicepresidente Anmvi.

    Infatti, sono proprio gli amici a quattro zampe a soffrire maggiormente il caldo e l’afa. “Gli animali soffrono molto il caldo e hanno ghiandole sudoripare solo sui cuscinetti plantari, nelle zone interdigitali.

    Si può notare, infatti, che i gatti quando camminano su pavimenti lucidi lasciano impronte di calore. Queste, però, non sono sufficienti a regolare la temperatura interna quando il termometro sale sopra i 30 gradi. Nei cani, la respirazione a bocca aperta consente di raffreddare ulteriormente il sangue, ma la presenza del pelo e del sottopelo li espone comunque al rischio di colpi di sole e di calore” ha aggiunto l’esperto.

    Se il colpo di calore coglie alla sprovvista, è importante bagnare tempestivamente l’animale domestico, con particolare attenzione a testa e zampe e portarlo dal veterinario, per evitare ogni rischio. “Portarlo immediatamente dal veterinario anche se la situazione sembra risolversi: il colpo di calore innesta un meccanismo metabolico che non si arresta anche se il cane sembra stare meglio” ha sottolineato Melosi.

    370

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Benessere animali
    PIÙ POPOLARI