NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Caldo: come difendersi dal colpo di calore

Caldo: come difendersi dal colpo di calore

Gli accorgimenti utili per avitare il colpo apoplettico sono semplici e sempre felici: basta tenere presente che la temperatura in casa va mantenuta leggermente piu' bassa della temperatura esterna, mai il contrario, e che alla base di una omologazione tra casa e fuori c'e' una mancanza di aerazione e di isolamento dei tetti e delle finestre

da in Estetica e Trattamenti, Malattie, Sanità, Sole, Colpo di calore
Ultimo aggiornamento:

    Ostia

    Ostia

    Il caldo eccezionale in arrivo puo’ rappresentare un problema per alcune categorie di persone come anziani, bambini, malati cronici, pazienti ricoverati in ospedale e malati in casa, per questo ogni anno il Ministero si prende cura di spiegare come fare a difendersi dal caldo, attraverso una ricca campagna informativa.

    Non solo persone deboli, anche ai giovani, infatti, se sono costretti alla permanenza sotto il sole per lungo tempo, se non stanno attenti a come si comprortano nei momenti caldi della giornata, se sostano in zone poco aerate, puo’ accadere di essere colpiti dal classico colpo di calore.

    Se la temperatura supera i 30° per piu’ di tre giorni consecutivamente, e si associa a una umidita’ alta che impedisce al corpo di sudare e di liberarsi dalle tossine, bisogna intervenire per ripristinare una situazione adatta al corpo umano per espletare le sue funzioni.

    Gli accorgimenti utili per avitare il colpo apoplettico sono semplici e sempre felici: basta tenere presente che la temperatura in casa va mantenuta leggermente piu’ bassa della temperatura esterna, mai il contrario, e che alla base di una omologazione tra casa e fuori c’e’ una mancanza di aerazione e di isolamento dei tetti e delle finestre.

    Per i periodi di caldo prolungato e’ bene procurarsi un ventilatore o eventualmente un termoregolatore automatico, del tipo di condizionatore, da accendere nei momennti critici della giornata e nei momenti di risanamento delle condizioni ambientali della casa.

    Bisogna bere molti liquidi
    a partire dal mattino, anche se non se ne sente immediatamente il bisogno, scegliendo prevalentemente acqua o bibite non gasate e evitando le bibite troppo fredde.

    Non va scelto caffe’ – the’ o vino – superalcolici e alcolici, che aumentano la sensazione di caldo e la sudorazione.

    Le acque oligominerali e gli integratori minerali, come le diete a alto contenuto di sali e di potassio vanno controllate con analisi periodica, specialmente se si soffre di disturbi specifici, perche i valori nel sangue potrebbero sballare a causa della intensa sudorazione.

    Durante la giornata vanno bene tanti spuntini, mentre i pasti ricchi ed abbondanti sono da evitare per non pesare troppo sull’organismo, che si trovera’ a smaltire troppe sostanze “ricche” e “pesanti” .

    Le ore per uscire di casa con serenita’ sono quelle che vanno dal mattino alle 11 e dalle 18 alla sera. Dalle 11 alle 18, invece, e’ meglio rimanere al fresco, cercando ne’ di sostare, ne’ di fare attivita’ fisica pesante sotto il sole.

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Estetica e TrattamentiMalattieSanitàSoleColpo di calore
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI