Caduta dei capelli nelle donne: cause, rimedi e alimentazione

Caduta dei capelli nelle donne: cause, rimedi e alimentazione
da in Alopecia, Capelli, Salute Donna
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12/08/2016 07:07

    caduta dei capelli nelle donne

    La caduta dei capelli nelle donne può avere diverse cause. Si va dallo stress ai disordini ormonali, dalla carenza di ferro all’alimentazione. A volte si parla di alopecia androgenetica femminile. I rimedi possono essere tanti e variano in base alla natura del problema. Ci sono lozioni, integratori, farmaci. Altre volte basta semplicemente aspettare che il disturbo si risolva spontaneamente. Possono essere anche molto utili alcuni rimedi naturali, da tenere in considerazione. Un ruolo di primo piano spetta all’alimentazione, che dovrebbe basarsi sull’alternanza di carni bianche e rosse e sul consumo di carboidrati integrali.

    Le cause

    Le cause della caduta dei capelli nelle donne possono essere molte. Prima di ogni altra cosa va considerata la carenza di ferro, in cui si può incorrere in caso di anemia o quando il ciclo mestruale si presenta abbondante. La carenza di ferro indebolisce di molto i capelli. A volte è tutta una questione di stress o altre volte si tratta di disordini ormonali. Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta all’uso dei cosmetici, perché tinte o lacche possono essere anche aggressive. La caduta dei capelli può avvenire anche dopo il parto, soprattutto quando si presentano alcuni fattori come il trauma post-parto, le perdite di sangue e la diminuzione dei livelli di proteine. Anche l’alimentazione svolge un ruolo di primo piano, soprattutto quando si ha un deficit di sostanze nutritive o quando si seguono diete drastiche. A volte il fenomeno è correlato a delle disfunzioni della tiroide, che possono consistere nell’ipotiroidismo o nell’ipertiroidismo. Altre volte ancora si tratta di un problema genetico. Si può trattare, infatti, di alopecia androgenetica femminile, che si manifesta come un diradamento dei capelli dovuto molto probabilmente all’azione degli androgeni. Questi ormoni nelle donne sono minori quantitativamente rispetto a quelli che ci sono nell’organismo degli uomini. Però, a volte anche per l’avanzamento dell’età e per la menopausa, il loro livello tende a crescere.

    I rimedi

    I rimedi per la caduta dei capelli nelle donne sono vari. A volte il tutto si può risolvere anche spontaneamente, per esempio come accade nel caso dello stress fisico, quando i capelli iniziano a crescere in seguito alla ripresa dell’organismo. Quando intervengono pesantemente fattori ereditari, ci sono, comunque, delle lozioni basate su specifiche sostanze chimiche in grado di contrastare il diradamento. Nel caso dei cambiamenti ormonali a volte tutto è limitato ad un determinato periodo, quindi si tratta soltanto di un fenomeno temporaneo. Se il problema è dovuto all’anemia, si possono assumere degli integratori di ferro e, se, invece, si tratta di uno stress emotivo, si deve cercare di contrastare l’ansia e l’affaticamento. Ciascuno in questo senso può provare la strategia che più ritiene efficace. Nel caso dell’ipotiroidismo, il medico può prescrivere dei farmaci appositi. Da non sottovalutare soprattutto quando la caduta dei capelli avviene in seguito ad una notevole perdita di peso, perché il tutto può essere anche il segnale di un disturbo alimentare, come l’anoressia o la bulimia, che devono essere opportunamente trattati. Fra i rimedi naturali, possiamo ricordare le radici di Actea racemosa o l’Angelica sinensis, che contengono fitoestrogeni in grado di ristabilire l’equilibrio ormonale. Molto utili anche l’estratto di Miglio dorato e quello di Eleuterococco, che aiutano a superare le situazioni debilitanti.

    L’alimentazione

    L’alimentazione contro la caduta dei capelli nelle donne è essenziale. Proprio attraverso il regime alimentare quotidiano non dovrebbero mancare mai aminoacidi, vitamine, come la B6, la B12 e sali minerali specifici, come il ferro, lo zinco e il calcio. Per fare in modo che la pelle sia elastica al punto giusto, indispensabile è la funzione delle vitamine antiossidanti, come la vitamina A, la C e la E. Per fare in modo che non vadano perse tutte queste sostanze nutritive a vantaggio del nostro corpo, si dimostra fondamentale l’assunzione di carboidrati integrali e dei cereali. Bisognerebbe alternare il consumo di carni bianche e rosse e mangiare pesce due volte alla settimana. E’ opportuno evitare gli eccessi dei cibi ricchi di grassi e riservare ampio spazio a quelli ricchi di vitamine, come, ad esempio, tutti i tipi di frutta.

    822

    LEGGI ANCHE