NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Broncospasmo: cause, sintomi e cura

Broncospasmo: cause, sintomi e cura

Il broncospasmo rende difficile respirare

da in Apparato respiratorio, Respirazione
Ultimo aggiornamento:

    broncospasmo sintomi

    Cos’è il broncospasmo? Quali sono le cause, i sintomi e la cura? Il broncospasmo è una contrazione della muscolatura che riveste le vie aeree e rende difficile la respirazione. Il principale sintomo del broncospasmo è una condizione di dispnea generalizzata. Il suo segnale caratteristico è il respiro sibilante e generalmente si manifesta con la tosse. Viene spesso associato ad altre condizioni, quali ad esempio l’asma o la bronchite. Il broncospasmo dipende da una serie di condizioni che si susseguono: la muscolatura liscia dei bronchi si contrae, la mucosa può infiammarsi e diventare gonfia e il muco viene prodotto in un quantitativo eccessivo.

    Cause
    Le cause principali del broncospasmo sono la riduzione dello spazio interno ai bronchi e l’irritazione dei tessuti che li rivestono. Tuttavia queste condizioni, a loro volta, possono dipendere da cause diverse (allergie, infezioni, emozioni, sostanze irritanti). Nei bambini (soprattutto nei neonati fino ai 6 mesi di vita) e negli anziani, gli attacchi di ostruzione bronchiale sono quasi sempre causati dalle infezioni delle vie respiratorie di origine virale, che provocano un rigonfiamento della mucosa che riveste la parete bronchiale.
    Sintomi
    I sintomi caratteristici del broncospasmo sono il respiro difficoltoso e accelerato, accompagnato da suoni sibilanti durante l’espirazione (sibili o fischi) che vengono avvertiti dal medico tramite fonendoscopio (solo nelle forme più acute possono essere avvertiti anche senza apparecchiature). La difficoltà nel respirare consiste in una sensazione di oppressione del torace che dipende, infatti, dalla riduzione dello spazio all’interno dei bronchi.

    La tosse, della quale esistono diverse classificazioni, è l’altro importante sintomo che viene spesso ricondotto al broncospasmo.
    Cure
    Il farmaco di prima scelta contro il broncospasmo è il salbutamolo, che ha un rapido effetto broncodilatatore: si può somministrare in spray o con un nebulizzatore. In qualche caso, però, il broncodilatatore può non essere sufficiente: in tal caso è bene rivolgersi tempestivamente al proprio medico curante che valuterà l’eventuale necessità di ricorrere al cortisone per bocca o ad una terapia adeguata. In gravidanza, o volendo limitare l’assunzione di farmaci, si può ricorrere ai rimedi naturali. Diversi studi, infatti, hanno dimostrato che le persone che soffrono di broncospasmo o presentano i sintomi del laringospasmo possono riscontrare un miglioramento, seppur lieve, mangiando abitualmente alimenti che contengono acidi grassi Omega-3. Inoltre, la bromelina (sostanza che può essere estratta dall’ananas) ha proprietà antinfiammatorie e lenitive, così come diversi tipi di frutta e verdura.

    531

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Apparato respiratorioRespirazione
    PIÙ POPOLARI