Bronchite: sintomi, cause e rimedi

Bronchite: sintomi, cause e rimedi
da in Bronchite, Malattie

    bronchite sintomi cause rimedi

    Bronchite: scopriamo i sintomi, le cause e i rimedi dell’infiammazione dei condotti che hanno lo scopo di portare l’aria fino ai polmoni. L’infiammazione può essere acuta o cronica e, in quest’ultimo caso, diventa più difficile da curare. A causa dell’infiammazione dei bronchi, viene prodotta una grande quantità di muco, che viene espulso sotto forma di catarro. Scopriamo insieme quali possono essere i fattori di rischio e quali sono le strategie migliori per liberare le vie respiratorie.


    Il primo sintomo che porta alla diagnosi di bronchite è la tosse, a volte con senso di restrizione retrosternale. L’espettorato, nei casi di bronchite più grave, può anche essere striato di sangue. La bronchite può essere con o senza febbre, il respiro può diventare sibilante e solo nei casi molto gravi si può giungere all’insufficienza respiratoria, visto che parliamo il più delle volte di una malattia dal decorso benigno.

    Diverso è però il caso di soggetti anziani, considerato che in questi pazienti il decorso della malattia, anche a seguito delle complicanze cui si può andare incontro, può risultare anche molto grave. Altri casi a rischio sono quelli dei bambini piccoli.


    I virus sono i primi imputati dell’infezione dei bronchi, a cominciare da quello dell’influenza, così come diverse famiglie di batteri. L’infezione può anche essere determinata o addirittura aggravata dai cosiddetti fattori esogeni, le cause esterne con i quali i bronchi devono fare i conti.

    Uno dei fattori esterni più importanti è il fumo di sigaretta che agisce con due modalità a livello dei bronchi: alterando il movimento delle ciglia bronchiali e nei casi estremi causando addirittura la paralisi oppure stimolando le ghiandole che producono muco. Altri fattori esogeni sono lo smog delle città e inalazione di particolari polveri industriali che irritano la mucosa dei bronchi.

    Oltre all’esame obiettivo durante la visita, il medico può avvalersi per la diagnosi di un esame, chiamato antibiogramma, da effettuarsi sull’espettorato del paziente; tale procedura consente di intervenire tempestivamente con il farmaco che, a giudizio del medico, risulta più adatto ed efficace.


    Nelle forme lievi, un minimo di precauzione (evitare gli sbalzi di temperatura e il fumo di sigaretta), il riposo e le bevande calde sono sufficienti a riportare lo stato alla normalità. L’uso di antipiretici come l’acido acetilsalicilico, il paracetamolo, la tachipirina, accompagnato da eventuali antitussigeni, mucolitici e fluidificanti, trova riscontro nei casi più impegnativi.

    Nei casi di bronchite batterica, il medico prescriverà un antibiotico. Contro i batteri responsabili della bronchite ne esistono diversi. Quindi, per evitare l’utilizzo di farmaci a caso e spesso per agire con maggiore tempestività, si preferisce sottoporre il paziente ad antibiogramma in modo da isolare il ceppo batterico che risulta più affine all’antibiotico consigliato.

    Nelle forme virali, invece, si mira alla prevenzione di questa e altre malattie respiratorie, in particolare negli anziani. Per fare questo si ricorre all’uso dei vaccini, soprattutto quello influenzale, visto che ad oggi non esistono vaccini specifici contro i virus che causano le bronchiti.


    Una delle cure naturali contro la bronchite è quella a base di zenzero, miele e limone. Utilizziamo mezzo cucchiaino di radice di zenzero e mettiamolo in un pentolino con acqua calda. Addolciamo la bevanda con un cucchiaio di miele e aggiungiamo qualche goccia di limone. Il liquido ottenuto si dovrebbe prendere 3 volte al giorno.

    Anche la curcuma è ideale per lenire i sintomi della bronchite: è sufficiente diluirne mezzo cucchiaino in mezzo bicchiere di latte. La cipolla, ricca di proprietà nutrizionali e benefiche, è un espettorante naturale, che aiuta ad espellere il muco e a prevenirne la formazione. Possiamo bere un cucchiaio di succo di cipolla ogni giorno a digiuno, anche a scopo preventivo, specialmente in autunno e in inverno.

    798

    LEGGI ANCHE