Bronchite cronica: sintomi e come curarla

Bronchite cronica: sintomi e come curarla

La bronchite cronica ha fra i sintomi la tosse e la produzione di espettorato

da in Bronchite, Malattie, BPCO
Ultimo aggiornamento:

    bronchite cronica sintomi come curarla

    Bronchite cronica: quali i sintomi e come curarla? La patologia consiste in un’infiammazione dei bronchi, che tende a non guarire nel giro di pochi giorni, ma continua nel tempo, anche per settimane, con episodi che si ripresentano di volta in volta, in maniera frequente. La causa principale è considerata il fumo di sigaretta, anche se possono incidere altri fattori, come l’esposizione a sostanze irritanti o il reflusso gastroesofageo.

    I sintomi

    I sintomi della bronchite cronica consistono nella tosse e nella produzione di espettorato. I pazienti hanno difficoltà a respirare e le manifestazioni sintomatiche diventano più gravi, quando si fanno sforzi anche minimi. Un malato di bronchite cronica è soggetto all’affaticamento, ha l’asma, presenta dolore al petto e può avere anche la febbre. La tosse si fa sentire durante tutta la giornata, per almeno 3 mesi all’anno in un periodo di 2 anni consecutivi.

    Tra l’altro, con il protrarsi dell’infiammazione, nei bronchi si possono formare delle cicatrici e questo comporta una produzione eccessiva di muco. Nel tempo le pareti dei bronchi diventano più spesse e si possono determinare delle lesioni. Sono frequenti le infezioni delle vie respiratorie e la tosse di solito peggiora al mattino oppure quando il tempo è più umido.

    Come curarla

    Non esiste una terapia risolutiva per la bronchite cronica.

    In quanto protratta nel tempo, la malattia tende a persistere. Ci sono, comunque, dei rimedi, che si possono adottare, per alleviare i fastidi. Si deve riposare, si deve bere molto e si deve respirare aria non troppo fredda. Il medico potrà prescrivere una forma di riabilitazione polmonare, un programma di esercizi di respirazione, che ha l’obiettivo di insegnare a respirare più facilmente e di aumentare la resistenza fisica.

    Per gestire le fasi più acute delle manifestazioni sintomatologiche, si può fare ricorso a farmaci antinfiammatori o all’aerosol, con sostanze che servono a riaprire le zone ostruite dei polmoni. Soltanto in alcuni casi, quando si sospettano infezioni di origine batterica, il medico può prescrivere degli antibiotici, perché altrimenti questi medicinali si rivelano inefficaci e non servirebbero a nulla.

    E’ importante smettere di fumare, indossare una mascherina se l’aria è piena di sostanze irritanti, usare un umidificatore negli ambienti domestici in cui si soggiorna più spesso. Inoltre una strategia è quella di respirare a labbra socchiuse, per rallentare il ritmo del respiro e sentirsi meglio, alleviando i disturbi più intensi.

    486

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BronchiteMalattieBPCO
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI