Bpco: novità terapeutica, per una cura efficace e veloce

Bpco: novità terapeutica, per una cura efficace e veloce

Un bella novità all'orizzonte per quanto riguarda la cura della Bpco: un farmaco davvero innovativo, Indacaterolo, che con una somministrazione ogni 24h promette ottimi risultati

da in Farmaci, Malattie, News Salute, Ricerca Medica, BPCO
Ultimo aggiornamento:

    BPCO, arriva un farmaco innovativo

    Un nuovo efficace alleato contro la Bpco, Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva, una malattia cronica invalidante, che causa un deterioramento progressivo della funzionalità respiratoria, è disponibile. Si tratta di un farmaco davvero innovativo che promette di avere davvero tutti i numeri per combattere questa patologia: basta 1 somministrazione quotidiana, la broncodilatazione dura un giorno intero, ben 24 ore, e l’insorgenza d’azione è quasi immediata, circa 5 minuti.

    Indacaterolo: è questo il farmaco che potrebbe segnare davvero una svolta nella cura e nella gestione di questa malattia respiratoria, che colpisce, solo in Italia, tra l’8% e il 12% della popolazione adulta, raggiungendo picchi del 40% tra i soggetti più a rischio, i fumatori.

    I segreti del successo di questa soluzione innovativa? Questo trattamento è in grado di dilatare al massimo le vie aeree e, di conseguenza, di permettere all’aria imprigionata nei polmoni di fuoriuscire, migliorando la capacità respiratoria e la resistenza all’attività fisica del paziente affetto da Bpco.

    “Indacaterolo è il nuovo broncodilatatore che, grazie alla peculiarità della molecola, è somministrabile una sola volta al giorno ed è in grado di combinare un’insorgenza d’azione molto rapida entro 5 minuti ed una broncodilatazione prolungata per 24 ore, ottenendo un’efficacia maggiore rispetto alle terapie attualmente disponibili. Ciò permette di utilizzare indacaterolo una sola volta al giorno con un effetto sostenuto sul lungo periodo, migliorando l’aderenza alla terapia da parte del paziente” ha spiegato Francesco Blasi, Professore Ordinario e Responsabile della Sezione di Medicina Respiratoria del Dipartimento Toraco-Polmonare e Cardiocircolatorio dell’Università degli Studi di Milano, IRCSS Fondazione Ospedale Maggiore, Fondazione Cà Granda Milano.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciMalattieNews SaluteRicerca MedicaBPCO
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI