NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Botulino: i medici rassicurano, il Ministero indaga

Botulino: i medici rassicurano, il Ministero indaga

Dopo la sentenza americana, tornano i dubbi sulla sicurezza del botulino: l'azienda produttrice della tossina e molti medici rassicurano, mentre il Ministero della Salute ha già avviato i controlli del caso

da in Botulino, Estetica e trattamenti, In Evidenza, Ministero della Salute
Ultimo aggiornamento:

    Il Ministero controlla la sicurezza del botulino

    Negli scorsi giorni, negli Stati Uniti è stato riconosciuto un maxi risarcimento a una donna che aveva denunciato effetti collaterali dopo un trattamento anti-rughe con il botulino. L’evento non poteva non suscitare ragionevoli dubbi anche in Italia, dove è permesso l’uso del botulino, sia a fini terapeutici sia a scopi estetici.

    L’Allergan, l’azienda condannata, ha fatto sapere che ricorrerà in appello contro il risarcimento, sottolineando, in una nota che: “I giudici, pur dichiarandosi in favore di Allergan in merito all’accusa di responsabilità del prodotto, hanno comunque emesso un verdetto sfavorevole per “negligenza”, conclusione, questa, in contrasto con ogni evidenza scientifica e medica”.

    Contro gli allarmismi sull’uso del Botox (questo il nome del prodotto) sono intervenuti anche alcuni medici: il professor Emanuele Bartoletti, Segretario Generale SIME, Società Italiana di Medicina Estetica, il professor Andrea Grisotti, Presidente SICPRE Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, il professor Francesco D’Andrea, Ordinario di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva alla Seconda Università di Napoli, il professor Nicolò Scuderi, Primario Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Università La Sapienza di Roma e il professor Massimo Signorini, Chirurgo Plastico responsabile della sezione di Chirurgia dell’Istituto Dermatologico Europeo (IDE).

    Gli specialisti ritengono di dover rassicurare i pazienti che ricorrono alle iniezioni di botulino, non solo contro le rughe, e sottolineano che: “I giudici non hanno riscontrato alcun difetto nel prodotto e che il Botox, nelle dosi raccomandate per uso estetico e per uso clinico, non è in grado di provocare la malattia nota con il termine ‘botulismo’.”

    Una questione delicata, comunque, che potrà essere sciolta con l’intervento di un organo “super partes” come il Ministero della Salute, che ha già avviato i controlli: “ Di concerto con il Ministro della Salute Ferruccio Fazio ho ritenuto di affidare al Consiglio Superiore di Sanità l’incarico di analizzare la situazione relativa all’utilizzo della tossina botulinica in Italia, sia a scopo clinico che con finalità estetiche, e di effettuare una valutazione, tenendo conto anche degli studi più avanzati materia, rispetto alle eventuali problematiche connesse al suo utilizzo” dichiara il sottosegretario Francesca Martini.

    Immagine tratta da: Repubblica.it

    424

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BotulinoEstetica e trattamentiIn EvidenzaMinistero della Salute
    PIÙ POPOLARI