Bolle sulla lingua: cause e rimedi

da , il

    Bolle sulla lingua: cause e rimedi

    Quali sono le cause e i rimedi delle fastidiose bolle sulla lingua?

    Le bolle sulla lingua segnalano la presenza di varie condizioni patologiche in corso nell’organismo. Spesso si caratterizzano come delle piccole lesioni, o micropiaghe, che si manifestano oltre che sulla lingua, anche vicino alla gola e nel resto della bocca. Questa condizione può essere grande fonte di fastidio e dolore, determinando varie problematiche nel mangiare e nel parlare. Possono essere bianche, rosse o di colore giallastro, e sono rapportabili a differenti cause. La presenza di bolle sulla lingua potrebbe dipendere da semplici infezioni provocate da afte e da fenomeni virali o da patologie più gravi come quelle collegate all’hiv. I rimedi cambiano in base alla patologia che sta alla base delle bolle stesse.

    Cause più frequenti

    Le cause delle bolle sulla lingua possono essere tante. A seconda dell’origine, si possono classificare diversi tipi di bolle. Ecco di seguito le varie di tipologie in relazione alle diverse cause:

    Afte

    Una delle più comuni cause è costituita dalle afte, curabili con l’aloe. In questo caso le bolle sono piccole e simili a macchie rosse, inoltre possono comportare una sensazione di bruciore e, una volta che le bolle spariscono, si produce una cappa gialla o bianca. Le afte compaiono probabilmente a causa del cattivo funzionamento del sistema immunitario, per allergie a cibi, per disturbi ormonali, per infezioni batteriche o a causa di ferite provocate da alimenti duri. Fattori di rischio sono costituiti dallo stress e dalla scarsa igiene orale.

    Candida albicans

    Molto spesso, le vesciche sulla lingua sono determinate da fenomeni infettivi, che interessano le mucose orali. Una di queste infezioni è la candidosi, che si manifesta con macchie bianche e piccole ulcere su tutta la lingua.

    Stomatite

    La stomatite aftosa è la causa più comune delle bolle sulla lingua. Causata da funghi e batteri dovuti alla scarsa igiene orale, questa patologia provoca la comparsa di bollicine ed ulcerazioni dolorose sulla lingua. Inoltre, si caratterizza dal rigonfiamento delle gengive e tonsille.

    Abuso di farmaci, alcol e fumo

    A volte la lingua infiammata è causata dall’uso prolungato di alcuni farmaci: tutto ciò può provocare l’infiammazione delle papille che sono presenti sulle mucose che compongono la lingua. Le bolle si possono formare in fondo alla lingua, nella parte posteriore, sulla sua punta o ai lati. Inoltre, anche l’eccessiva assunzione di alcol o il troppo fumo di sigaretta possono creare i medesimi problemi.

    Intolleranze e carenze nutrizionali

    Altre volte la causa è da rintracciare nell’anemia o nella mancanza di vitamine ed altre carenze nutrizionali. La situazione può venir peggiorata da reazioni allergiche, disturbi digestivi e malattie autoimmuni, che provocano l’infiammazione generalizzata della mucosa orale, con la formazione di piccole vescicole rosse e gonfie.

    Malattia di Kawasaki

    La malattia di Kawasaki interessa soprattutto i bambini: colpisce, infatti, i loro vasi sanguigni. Ciò provoca, tra le membrane della lingua, delle bollicine sulla lingua piene di accumuli di sangue, che rendono la lingua color fragola o addirittura violacea.

    Herpes simplex

    La comparsa di bolle sulla lingua può dipendere anche dall‘infezione da virus herpes simplex. A differenza delle semplici afte, queste lesioni molto dolorose possono diffondersi in tutto il cavo orale e interessare labbro, guance, lingua, palato e gengive, e, talvolta, anche l’inizio della gola.

    Varicella

    La varicella è una malattia infettiva estremamente contagiosa che si trasmette attraverso le piccole goccioline di saliva disperse nell’aria dal malato. Tra i sintomi più comuni di questa malattia c’è la comparsa di bolle pruriginose su tutto il corpo e anche sulla lingua.

    Hiv

    Se il virus dell’Hiv non viene celermente trattato, la malattia progredisce verso la sindrome da immunodeficienza acquisita, cioè il vero e proprio AIDS. In questa fase, i sintomi conclamati possono riguardare la presenza di macchie bianche o di lesioni insolite sulla lingua o in bocca.

    Cure e rimedi specifici

    I rimedi per le bolle sulla lingua variano a seconda delle cause che stanno alla base del disturbo. Tuttavia, la prima cosa da fare in caso di lingua irritata è quella di prestare maggiore attenzione e cura all’igiene orale con l’uso di collutori e dentifrici specifici. Se tale rimedio non dona immediati benefici allora si può intervenire con ulteriori rimedi, più o meno naturali.

    1. Rimedi naturali

    Tra i migliori rimedi naturali per il trattamento delle bolle, è particolarmente indicato l’uso di prodotti come la propoli, la malva e l’aloe vera, che possiedono proprietà antinfiammatorie e lenitive. Nel caso si tratti di fenomeni infettivi, si può utilizzare l’olio essenziale di tè mescolato all’acqua, con cui effettuare dei gargarismi. Questo tipo di olio ha accentuati effetti antimicrobici. Un altro rimedio casalingo consiste nell’uso di un amalgama a base di acqua tiepida e sale. Da tenere presente anche l’olio di cocco.

    2. Rimedi farmacologici

    La prescrizione di farmaci da banco, dev’essere fatta a discrezione del medico. In caso di afte causate da virus sono previsti i farmaci antivirali; gli antibatterici per le bolle sulla lingua dovute all’azione dei batteri e gli antimicotici per quelle causate da funghi. Inoltre, per prevenire o eliminare il dolore provocato dalle ulcere le terapie farmacologiche possono essere associate agli analgesici.

    3. Alimentazione

    Un ulteriore modo per curare le bolle sulla lingua è seguire un’alimentazione sana, specialmente quando il problema è correlato alle carenze vitaminiche. Si può condurre, quindi, una dieta ricca di alimenti come crostacei, carne rossa, noci, albicocche, che sono alimenti ricchi di nutrienti e di ferro. Inoltre, molto importante potrebbe essere il consumo di yogurt bianco: i fermenti lattici di questo prodotto, infatti, aiutano a ripristinare la flora batterica, portando beneficio anche ai fastidiosi sintomi che si manifestano sulla lingua, quando il sistema digestivo non riesce a svolgere in maniera idonea le sue funzioni principali.