NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Benessere: più felici conoscendo il futuro

Benessere: più felici conoscendo il futuro

Non conoscere il futuro non è cosa positiva

da in Benessere, Cervello, Felicità, Mente, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    felicità

    Non conoscere il futuro non è cosa positiva. Secondo una ricerca americana i singoli neuroni posti nell’area della ricompensa all’interno del nostro cervello, elaborano non solo la risposta a ‘premi’ concreti, come cibi golosi o denaro, ma anche il desiderio di ricompense più astratte e di tipo cognitivo, collegate per esempio alla conoscenza di informazioni sul futuro. Quindi non fa del tutto male alla mente conoscere qualche aspetto del nostro futuro.

    Guardare al di là del presente dona un senso di benessere simile a quello che può donare un dolce o una ricompensa. Lo studio, pubblicato su ‘Neuron’, aumenta la comprensione dei meccanismi dell’apprendimento, assicurano i neurologi. Inoltre il lavoro suggerisce che le teorie su premi e ricompense dovrebbero essere riesaminate, per includere anche il piacere di ottenere informazioni in anticipo. Secondo Ethan Bromberg-Martin, dei National Institutes of Health di Bethesda, negli Stati Uniti, sapere cosa ci riserva il futuro da una forte carica nella vita di tutti i giorni”.

    I ricercatori hanno indagato su come i neuroni che rilasciano la dopamina, l’ormone del piacere, siano coinvolti nell’elaborazione di premi più astratti di cibo e acqua. In particolare, si è visto che le persone non amano essere tenute in sospeso. Più dell’effetto-sorpresa preferiscono avere anticipazioni sui premi in arrivo.

    Nello studio, condotto sulle scimmie, si è visto il potere di una semplice azione che permetteva agli animali di conoscere in anticipo le dimensioni di un premio in arrivo. I ricercatori hanno registrato l’attività dei neuroni del cervello ‘nel mirino’ mentre gli animali erano coinvolti nell’esperimento. Le scimmiemostravano una netta preferenza per il fatto di poter avere in anticipo le informazioni, anzi volevano conoscerle il prima possibile. E per gli uomini è lo stesso.

    330

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloFelicitàMenteRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI