Benessere: gli italiani fanno troppo poco sport

A giungere a questo risultato è stata un’indagine del Eurobarometro presentata a Bruxelles che ha evidenziato anche dell’altro, ovvero, che 40 europei si dedica ad attività sportiva almeno una volta la settimana, restano 25 cittadini che restano in panciolle, almeno da questo punto di vista

da , il

    Sport

    Gli italiani sono più sportivi davanti alla TV che nei fatti, sono tutti atleti quando si tratta di criticare il CT della nazionale in occasione dei Mondiali di Calcio, ma difficilmente oltre la comoda postazione nel salotto di casa dove ci si impegna a sputare sentenze sulla bravura o meno dell’atleta di turno, si va oltre.

    Insomma, gli italiani fanno poco sport, o meglio, praticano poco o per nulla sport nel confronto con la media degli altri Stati europei, al punto che insieme a Grecia e Bulgaria, siamo fra gli ultimi Paesi europei i cui abitanti si impegnano in attività sportiva; parrebbe infatti dai dati snocciolati che solo tre italiani su cento si dedicano allo sport, contro la media degli altri 27 Paesi della UE dove a praticare sport sono 9 cittadini su cento.

    A giungere a questo risultato è stata un’indagine del Eurobarometro presentata a Bruxelles che ha evidenziato anche dell’altro, ovvero, che 40 europei si dedica ad attività sportiva almeno una volta la settimana, restano 25 cittadini che restano in panciolle, almeno da questo punto di vista. Si tratta di vedere quali Stati sono i più “sportivi” e qui rileviamo che nel Nord Europa si pratica più sport che altrove, l’Irlanda, la Svezia, la Finlandia e la Danimarca ai primi posti, e gli uomini piu’ attivi delle donne, soprattutto fra i giovani. Inutile dire che la sedentarietà espone maggiormente a rischi sulla salute; pensiamo all’obesità, ma pensiamo anche ad altri rischi quali ad esempio le malattie cardiocircolatorie.

    “Con il Trattato di Lisbona, l’Unione europea ha il dovere di incoraggiare l’attivita’ sportiva – ha detto presentando i risultati dell’indagine la commissaria per lo Sport Androulla Vassiliou – e contiamo di farlo soprattutto con riguardo alle persone piu’ anziane, che dall’attivita’ fisica possono ottenere grandi benefici per la salute”. Alla presentazione ha partecipato anche il presidente della Uefa Michel Platini ricordando “il ruolo centrale delle federazioni europee di sport per garantire la pratica a tutti i livelli”.