Bellezza: la salute dei capelli comincia a tavola

Ecco i cibi che aiutano a mantenere belli i capelli

da , il

    I capelli sono una parte importante nella bellezza di una donna. Incorniciano il viso, danno luce e rappresentano una vera e propria arma di seduzione. Ben lo sapevano le nostre nonne che, in un’epoca priva delle moderne tecniche estetiche, consigliavano i classici cento colpi di spazzola prima di andare a dormire per mantenerli morbidi e liberarli da sporco ed impurità. A tutti capitano però periodi in cui i capelli non danno il meglio di sé. A volte, il problema è in una alimentazione scorretta. Ecco i consigli giusti per rimediare…

    L’opacità, l’eccesso di sebo, un improvviso aumento della caduta sono tutti possibili sintomi di uno squilibrio nell’organismo, spesso riconducibile ad una non corretta alimentazione. Nei casi più seri è sempre meglio consultare il medico, ma molto può essere fatto intervenendo sul regime dietetico.

    Recenti studi scientifici hanno dimostrato che una dieta carente di proteine peggiora la condizione dei capelli. Dopo una decina di giorni di dieta aproteica, infatti, il capello subisce una notevole diminuzione del bulbo e del pigmento con atrofia e successiva perdita della guaina di rivestimento. Il fabbisogno giornaliero di proteine nell’uomo adulto è stato calcolato dai nutrizionisti in misura di 0,8 grammi per Kg di peso corporeo. Per raggiungerlo, i cibi giusti sono carni, uova, legumi, latte e derivati.

    Un altro aiuto proviene invece dalle vitamine. Ecco quelle sulle quali puntare:

    Vitamina A (retinolo): aiuta a proteggere la cute e le guaine dei capelli. Si trova soprattutto nel latte, nel burro, nel tuorlo d’uovo, nell’olio di fegato di merluzzo, nelle carote e nelle albicocche.

    Vitamina E (tocoferolo): è un potente antiossidante che aumenta tra l’altro l’efficienza della vitamina A. Si trova nel germe di grano, nei cereali integrali, nei legumi, nel tuorlo d’uovo e nell’olio extravergine spremuto a freddo.

    Vitamine del gruppo B: sono importanti per il metabolismo dei grassi e rendono i capelli sani, robusti e lucidi. Si trovano nei cereali integrali, nel latte, nel fegato, nelle uova, nel lievito, nelle verdure verdi e nelle banane.

    Un brusco aumento della caduta dei capelli può a volte essere il segnale di una carenza di ferro. In questi casi conviene procedere ad una analisi del sangue, modificando poi il proprio regime dietetico con l’introduzione di cibi ricchi di vitamina C (acido ascorbico) come agrumi, frutta e verdura fresca che favoriscono l’assorbimento del ferro da parte dell’organismo.

    Infine, integratori a base di pappa reale e lievito di birra possono rinforzare il fusto del capello aumentandolo di diametro, mentre i fermenti lattici sotto forma di latte, yogurt o integratori aiutano l’assorbimento delle vitamine e contrastano la formazione della forfora.