Batterio killer: prevenzione, igiene degli alimenti prima di tutto

Batterio killer: prevenzione, igiene degli alimenti prima di tutto

La prevenzione, quando si tratta di evitare il contagio da batterio killer, comincia in cucina, seguendo alcune regole per lavare gli alimenti, gli utensili e le mani

da in Batteri, In Evidenza, Infezioni, Mangiar Sano, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Batterio killer, igiene degli alimenti per la prevenzione

    Il batterio killer non smette di fare paura e di allarmare mezza Europa, dopo le vittime in Germania, le notizie di cronaca che si susseguono e, molto spesso, si “inseguono”, anche se in Italia, come confermano le autorità, Ministero della Salute in testa, non c’è pericolo contaminazione per gli alimenti, meglio osservare qualche piccola regola di prevenzione e precauzione.

    Niente paura o allarmismi inutili, quindi, come ha ribadito più volte anche il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, il rischio in Italia, non esiste, ma per evitare ogni eventuale rischio, esistono alcune regole di prevenzione da seguire, soprattutto quando ci si mette ai fornelli e a tavola.

    Igiene, come sempre, anche in questo caso, è la parola d’ordine, per contrastare il contagio e la trasmissione dell’Escherichia coli, il tristemente noto batterio killer. E’ importante lavare con attenzione la frutta e la verdura, prima di consumarla e lavare con altrettanto scrupolo e frequenza anche gli utensili, i taglieri, i coltelli utilizzati per tagliarle e prepararle. Anche le mani dovrebbero essere pulite attentamente e spesso, meglio se con detergenti disinfettanti e dalle proprietà battericide, prima e dopo aver maneggiato gli alimenti.

    Per una pulizia efficace ed ecocompatibile degli alimenti, si può optare per un vecchio rimedio della nonna, un “detersivo” naturale al 100%, che ha come ingredienti il limone, l’aceto e il bicarbonato, ottimi alleati per sconfiggere eventuali microrganismi.

    La carne cruda potrebbe essere rischiosa, quindi, sarebbe opportuno limitarne il consumo o controllarne con scrupolo la provenienza da allevamenti italiani. La cottura ad alte temperature è l’arma migliore per sconfiggere ogni “ospite indesiderato”, come batteri o microrganismi di varia natura.

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BatteriIn EvidenzaInfezioniMangiar SanoSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI