Batteri: tanti e agguerriti

Batteri: tanti e agguerriti

La tecnica migliore per non ammalarsi di influenza e di malattie di stagione è prevenire il contagio: fare attenzione alle promiscuità, igienizzare la casa e le superfici di contatto, evitare di toccare maniglie e superfici contaminate portando le mani alla bocca, lavarsi spesso le mani, etc

da in Igiene, Infezioni, Influenza, Malattie, Raffreddore, Tosse
Ultimo aggiornamento:

    disturbi batteri

    La stagione invernale porta con sè parecchi disturbi dell’apparato respiratorio, insieme a questi l’influenza, che non è però il principale disturbo dell’inverno: tosse, raffreddore, bronchite, che possono a volte peggiorare, avere delle ricadute, diventando difficili da gestire. Come fare per evitare di ammalarsi spesso se si deve stare a lungo a contatto con la gente? Risponde Vichs Italia, attraverso una campagna mirata alla cura dei sintomi da raffreddamento e alla prevenzione dell’influenza e dei malanni di stagione.

    Il primo contatto che aiuta ad ammalarsi in fretta in inverno è quello diretto tra le persone che sono malate, i virus e i batteri hanno una trasmissione da persona a persona, che aiuta il morbo a diffondersi in fretta, ma non è solo questo: i batteri e il virus influenzale possono trasmettersi anche attraverso le goccioline di saliva che sono in aerosol con lo starnuto e con la tossita.

    Ecco allora che è bene starnutire e tossire usando la precauzione di un fazzolettino davanti alla bocca, per evitare di spargere il morbo, per questo specialmente negli ambienti chiusi o nei posti di lavoro è bene stare attenti.

    Un altro modo per ammalarsi è quello di toccare le superfici contaminate dal virus, che potrebbero così diventare un veicolo per la trasmissione della malattia, il virus sulla superficie rimane attivo fino a che ha modo di svilupparsi attraverso l’umidità, i batteri rimangono attivi fino a che permettiamo loro di proliferare, cioè fino alla pulizia e alla disinfezione.

    Per questo è bene fare attenzione a quello che si tocca: lavarsi le mani dopo avere toccato le maniglie dei tram, non toccare mai i corrimano delle scale mobili di negozi e metro, cercare di non mettere a contatto con occhi e bocca il proprio bancomat, ancora peggio le banconote, e le monete, fare attenzione che le tastiere del pc e i cellulari siano personali, mai scambiarsi gli oggetti intimi, usare solo oggetti personalizzati, ecco che già i mezzi di contagio così diminuiscono.

    Un esempio semplice? Se si parla di batteri il contagio per l’influenza attraverso le mani che toccano i cellulari è pari a 25.000 batteri ogni 5 cm di superficie; una tastiera del computer ha sopra di sè circa 3.925 batteri, il solo mouse possiede ben 1.600 batteri, ancora peggio la cornetta del telefono, che si difende molto più che bene, con più di 25 mila microbi. Non va bene disinfettare sempre ogni superficie, ma va bene evitare di farsi contagiare in modo superfciale.

    La soluzione migliore per non ammalarsi è la prevenzione e la pulizia, i luoghi dove maggiormente si possono contrarre le malattie sono i luoghi pubblici, il lavoro e la scuola, i bar, gli ambulatori medici e le situazioni collettive come autobus, metro e treni.

    Cercare di lavarsi le mani, toccare le superfici contaminate con dei guanti monouso, coprirsi naso e bocca se si starnutisce, igienizzare le superfici a contaminazione batterica, usare oggetti personali, piatti e posate proprie, non scambiarsi cibi e bevande, arieggiare gli ambienti a uso promiscuo.

    580

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IgieneInfezioniInfluenzaMalattieRaffreddoreTosse
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI