Bardana: proprietà benefiche, posologia e controindicazioni

Bardana: proprietà benefiche, posologia e controindicazioni

La bardana ha molte proprietà

da in Acne, Epidermide, Erbe Officinali, Medicine non Convenzionali, Pelle, Rimedi naturali
Ultimo aggiornamento:

    bardana proprieta benefiche posologia controindicazioni

    La bardana ha molte proprietà. Questa pianta, infatti, svolge un’azione depurativa, antisettica, ipoglicemizzante e antireumatica. In particolare viene impiegata per trattare le malattie della pelle e per combattere i disordini biologici e metabolici. Si tratta anche di un buon diuretico, che stimola la funzionalità epatica. I decotti possono essere utilizzati per la prevenzione dell’acne. Se si rispetta una giusta posologia, non ci dovrebbero essere effetti collaterali. Le controindicazioni riguardano soltanto la sensibilità individuale.

    Le proprietà benefiche

    Le indicazioni della bardana presuppongono che essa vada usata per il trattamento della pelle, in caso di acne, di dermatosi o di eczemi. Non dobbiamo infatti dimenticare che la radice della pianta contiene alcuni principi che sono dotati di attività antibiotica. Ecco perché risulta valida nel combattere le affezioni cutanee.

    In particolare contro la foruncolosi risultano utili le preparazioni orali, come la tintura madre. Comunque l’erba può essere usata anche per un trattamento esterno topico attraverso il ricorso ad impacchi, lavaggi, creme e lozioni. L’impiego cosmetico soprattutto è rivolto alle pelli grasse contro i brufoli.

    Consentirebbe anche di favorire la ricrescita dei capelli. La bardana ha anche proprietà antiseborroiche e può essere usata in caso di forte secrezione sebacea del cuoio capelluto.

    In erboristeria è molto impiegata anche come depurativo. Infatti si tratta di un ottimo diuretico, in grado di stimolare la funzionalità biliare ed epatica. Assunta sotto forma di capsule o compresse, riesce a fare abbassare il diabete.

    La posologia

    Se vogliamo preparare un decotto a base di bardana, dovremmo usare 5 grammi di radice per ogni tazza d’acqua. E’ bene berne tre tazze al giorno. Teniamo presente che un cucchiaino da tè corrisponde a circa 2 grammi.

    C’è poi anche l’estratto fluido: in questo caso se ne deve assumere un cucchiaino due – tre volte al giorno. Dell’estratto secco è opportuno assumerne 100 – 200 mg per capsula. In alternativa, si può ricorrere alle gocce: 50 tre volte al giorno.

    Le controindicazioni

    In genere non si riscontrano effetti secondari e tossici, se vengono rispettate le dosi terapeutiche. Qualche problema si potrebbe avere in caso di sensibilità individuale. Inoltre bisogna verificare se non ci sia allergia alle asteraceae.

    Particolare precauzione deve essere usata, nel caso in cui si assumano dei farmaci ipoglicemizzanti, perché ci potrebbero essere delle interazioni. Da evitare in gravidanza, per una sua possibile azione sulla muscolatura uterina.

    495

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AcneEpidermideErbe OfficinaliMedicine non ConvenzionaliPelleRimedi naturali
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI