Barbabietola: proprietà benefiche, nutrizionali e controindicazioni

La barbabietola è un ortaggio che vanta diverse proprietà benefiche per tutto l'organismo. I suoi benefici sono dovuti alle preziose sostanze nutritive contenute in essa. La barbabietola è un alimento fondamentale per la nostra dieta quotidiana, analizziamo nel dettaglio le sue proprietà, i benefici e le controindicazioni.

da , il

    barbabietola proprietà benefici

    Barbabietola: quali sono le proprietà benefiche, nutrizionali e che controindicazioni ha?

    Le proprietà benefiche della barbabietola sono diverse e tutte estremamente utili per la salute dell’organismo. La barbabietola comune – il cui nome originario è Beta Vulgaris – è nota anche con il nome di “barbabietola rossa” ed è una pianta erbacea biennale, che possiede foglie cuoriformi, piccoli fiori e frutti duri: non sono, però, questi ultimi a essere utilizzati per l’alimentazione, ma le foglie e le radici a tubero, che hanno un colore rosso e forma arrotondata. Ma quali sono i benefici che la barbabietola apporta all’organismo? Scopriamoli insieme.

    Le sostanze nutritive della barbabietola

    La barbabietola è composta per il 90% di acqua. Nella restante parte, troviamo in ordine zuccheri, fibre alimentari, proteine e pochissimi grassi (0,1%).

    La barbabietola contiene anche sali minerali importantissimi come magnesio, ferro, zinco, sodio, rame, manganese, selenio, potassio, fosforo e calcio e vitamine fondamentali come la vitamina A, le vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6), la vitamina C e J.

    Ma troviamo anche aminoacidi importanti per le funzioni fisiologiche dell’organismo e il rinnovamento cellulare, come arginina, leucina, serina, triptofano, alanina, acido aspartico e acido glutammico, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, lisina, prolina, metionina, tirosina, valina e treonina.

    Il particolare colore rosso intenso che caratterizza la barbabietola è dovuto alla presenza del colorante naturale E162, noto anche come “betanina”, ed è un colorante che viene utilizzato molto spesso nell’industria alimentare.

    La barbabietola è un ortaggio particolarmente ricco di zuccheri, per questo motivo chi soffre di diabete deve consumarlo con molta moderazione, in quanto può causare un innalzamento della glicemia.

    Tabella dei valori nutrizionali

    Qui sotto riportati nel dettaglio i valori nutrizionali della barbabietola:

    Quantità per 100 grammi di prodotto (43 Kcal)
    Acqua87,58 g
    Grassi 0,17 g
    Acidi grassi saturi 0,027 g
    Acidi grassi polinsaturi 0,06 g
    Acidi grassi monoinsaturi 0,032 g
    Colesterolo 0 mg
    Sodio 78 mg
    Potassio 325 mg
    Carboidrati 9,56 g
    Fibra alimentare 2,8 g
    Zucchero 6,76 g
    Proteine 1,61 g
    Vitamina A33 IU
    Vitamina C4,9 mg
    Calcio16 mg
    Ferro0,8 mg
    Vitamina D0 IU
    Vitamina B60,067 mg
    Vitamina B120 mg
    Magnesio23 mg

    I benefici e le proprietà della barbabietola

    Grazie alle preziose sostanze nutritive che la compongono, la barbabietola vanta diverse proprietà benefiche per tutto l’organismo:

    • Ricca di antiossidanti: il tubero e le foglie della barbabietola sono ricche di antiossidanti e di flavonoidi: queste sostanze sono utili per contrastare l’invecchiamento e proteggere l’organismo dall’azione dei radicali liberi. Negli anni ’80, la barbabietola è stata oggetto di studi da parte di alcune Università prestigiose, che ne descrissero gli effetti benefici che aveva contro il tumore al colon, grazie all’alto contenuto di antiossidanti. Al giorno d’oggi, da questi studi è emerso come le proprietà della barbabietola si rivelano utili anche per contrastare i tumori al pancreas, alla prostata e al seno.
    • Fa bene alla vista: l’elevato contenuto di vitamina A permette una migliore salute degli occhi. Grazie ai suoi preziosi nutrienti, la barbabietola è in grado di proteggere la vista efficacemente.
    • Contrasta l’anemia: la radice di barbabietola è inoltre un ottimo rimedio naturale per contrastare l’anemia, in quanto favorisce l’assorbimento di ferro nel sangue. Inoltre, il succo della radice di barbabietola è particolarmente indicato per i soggetti che soffrono di anemia, perchè stimola la produzione di globuli rossi.
    • Migliora la circolazione sanguigna: il consumo di barbabietola è in grado di migliorare la circolazione del sangue. L’alta presenza di vitamina C rinforza notevolmente i vasi sanguigni contribuendo a migliolare la circolazione e mantenere in salute tutto l’apparato cardio-circolatorio.
    • Aiuta a perdere peso: la barbabietola aiuta anche a perdere peso e mantenersi in forma. E’ un ortaggio che contenente soltanto 20 calorie per 100 grammi, il che lo rende adatto per chi sta seguendo un regime alimentare ipocalorico. Inoltre l’abbondanza di acqua, aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso e contrastare efficacemente la ritenzione idrica.
    • Disintossicante: la barbabietola possiede delle ottime proprietà disintossicanti. Grazie alle loro sostanze nutritive, aiutano a purificare il sangue ed il fegato, facilitando l’espulsione di scorie e tossine che accumuliamo durante la giornata. Per questo motivo, consumare barbabietola significa prevenire le malattie legate al fegato.
    • Energizzante: la barbabietola è un alimento particolarmente indicato per chi pratica sport. Questo ortaggio, anche se contiene pochissime calorie, ha un’elevata quantità di zuccheri che vengono rilasciati in maniera graduale nell’organismo. Questo meccanismo fornisce molta energia al corpo e per un tempo prolungato, migliorando le prestazioni fisiche. Da non dimenticare l’abbondanza di sali minerali della barbabietola, che aiuta a reintegrarli correttamente dopo un’intensa attività sportiva.

    Le controindicazioni della barbabietola

    La barbabietola non ha delle controindicazioni specifiche. Tuttavia, potrebbe risultare dannosa ed è quindi meglio limitarne il consumo o addirittura evitarla, in alcuni casi particolari come:

    • Calcoli renali: la barbabietola contiene molti “ossalati”, delle sostanze chimiche che nei reni legano con il calcio e formano i calcoli renali. Se si è soggetti a questo tipo di patologia, è bene limitarne o addirittura evitarne il consumo.
    • Gastrite: le sostanze aromatiche della barbabietola, sono in grado di stimolare la produzione di succhi gastrici all’interno dello stomaco. Questa proprietà benefica, può rivelarsi dannosa per chi soffre frequentemente di gastriti, in quanto può danneggiare la mucosa gastrica già compromessa dalla patologia. Per questo motivo è un alimento sconsigliato nei soggetti che soffrono di gastrite.
    • Diabete: la barbabietola, una volta cotta, perde la maggior parte delle sue fibre. Questo, insieme all’elevata quantità di zuccheri, la rende un alimento con un indice glicemico estremamente elevato. In caso di diabete, è bene limitarne il consumo a crudo ed evitare la barbabietola cotta.

    Foto di Avital Pinnik