Bambini: uno studio sulle preferenze alimentari

Uno studio danese ha fatto luce sulle preferenze alimentari dei bambini, mettendo in evidenza che le bambine mostrano una maggiore sensibilità ai sapori

da , il

    alimentazione

    I bambini spesso fanno i capricci quando si tratta di cibo, mostrando chiaramente le loro preferenze per determinati alimenti rispetto ad altri e i genitori, spesso controvoglia, sono costretti ad adeguarsi anche a certi cibi che non rappresentano il massimo in una dieta equilibrata. Ma non è detto che i bambini preferiscano sempre dolci ad altri cibi più salutari. Un recente studio danese ha smentito alcuni luoghi comuni sul rapporto tra bambini e preferenze alimentari, fornendoci indicazioni importanti.

    La responsabile del progetto è Bodil Allesen-Holm, ricercatrice dell’Università di Copenhagen, che ha analizzato i dati emersi da una ricerca che ha coinvolto circa 9000 bambini e adolescenti. Dallo studio si è compreso che le bambine hanno una percezione dei sapori più sviluppata rispetto a quella dei loro coetanei maschi. Inoltre è risultato che un terzo dei bambini non gradisce bevande dolcificate e che ai ragazzi piace il pesce.

    I bambini e i ragazzi coinvolti nello studio hanno ricevuto a scuola un kit per mezzo del quale misurare la sensibilità ai sapori e poi hanno risposto a un questionario riguardante le loro preferenze e le loro abitudini alimentari. Il 30 % dei soggetti presi in esame preferisce le bevande non zuccherate a quelle molto dolci e il 70 % degli adolescenti ha mostrato di gradire il pesce, da sempre considerato un alimento poco amato dai giovani.

    Un altro dato emerso è che le bambine e le ragazze sono più sensibili anche ai cibi più delicati. Con il procedere dell’età i gusti sembrerebbero diventare più vari e la scelta degli alimenti più diversificata. Con queste informazioni in più i genitori potranno stare più tranquilli in merito all’alimentazione dei propri figli e le industrie alimentari potranno andare maggiormente incontro ai gusti dei consumatori.

    Immagine tratta da: www.ricettedisicilia.net