Bambini: soffocamento, prima causa di morte

Bambini: soffocamento, prima causa di morte

Il soffocamento è la prima causa di morte tra i bambini: una strage silenziosa, che merita un maggior livello di attenzione e, soprattutto, di prevenzione

da in Bambini, News Salute, Prevenzione, Pronto Soccorso
Ultimo aggiornamento:

    bambini, soffocamento, prima causa morte

    Il soffocamento, che sia da cibo o da corpo estraneo, si aggiudica il podio tra le più diffuse cause di morte tra i bambini. Spetta proprio al soffocamento, infatti, il triste primato: prima causa di morte dei bambini nella fascia d’età tra i 5 e i 9 anni e seconda per i più piccoli, sotto i 4 anni.

    A dipingere questo quadro allarmante, Giuseppe Di Mauro, Presidente della società di pediatri SIPPS. Sono un numero sempre troppo alto, per essere sottovalutato, i bambini che ogni anno perdono la vita per una tragica fatalità, per un corpo estraneo o un boccone di cibo troppo grande che ostruisce le loro piccole vie aeree, provocandone il soffocamento.

    Una vera e propria strage di piccole vite, che, con le giuste misure preventive, potrebbe essere scongiurata. Ecco perchè la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale ha stilato e diffuso un apposito elenco. Un elenco consigli utili, rivolto ai genitori, a tutte le persone che stanno a stretto contatto con i bambini, allo scopo di informarli, sensibilizzarli e aiutarli a conoscere meglio il problema, per prevenirlo.


    “I soffocamenti avvengono solitamente per introduzione accidentale nelle vie respiratorie di oggetti di piccole dimensioni. La penetrazione di questi oggetti nel laringe, nella trachea, ma anche nei grossi bronchi può ostacolare drammaticamente la normale respirazione. I sintomi fondamentali del soffocamento sono rappresentati da tosse stizzosa, difficoltà respiratoria, colorito cianotico, grosse difficoltà a piangere e a parlare. Se l’ostruzione è particolarmente grave, si puo’ determinare la perdita di coscienza e la morte” ha sottolineato Angelo Milazzo, pediatra e componente della Segreteria regionale SIPPS, Sicilia.

    347

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniNews SalutePrevenzionePronto Soccorso
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI