NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Bambini pigri, le regole per uno stile di vita più salutare

Bambini pigri, le regole per uno stile di vita più salutare

I bambini pigri rischiano di incorrere in uno stile di vita poco salutare

da in Alimentazione, Bambini, Fitness
Ultimo aggiornamento:

    bambini pigri stile di vita

    I bambini pigri corrono il rischio di condurre uno stile di vita niente affatto salutare. Il maggior pericolo è rappresentato dalla mancanza di attività fisica, che porta a conseguenze da non sottovalutare, prima fra tutte l’obesità. Da una recente indagine è emerso che il 60% dei genitori italiani dichiara che i loro figli trascorrono il tempo libero a casa. Solo il 30% dei bambini riesce a passare del tempo svolgendo delle attività all’aria aperta. Inoltre la televisione fa la propria parte: per quasi un bambino su cinque sono più di tre ore di televisione al giorno.

    Come fare quindi a rimediare? La parola d’ordine è movimento. Bisognerebbe camminare e muoversi almeno per 30 minuti al giorno. Anche giocare o andare in bici possono essere considerate attività importanti al pari dell’esercizio fisico vero e proprio, in gradi di apportare importanti benefici. La salute può essere veramente aiutata anche da poche ore di attività fisica.

    Bisognerebbe fare in modo di coinvolgere i più piccoli in attività di movimento svolte in compagnia. Così tutto peserà di meno, perché è improntato sul divertimento e non si rischia di annoiarsi.

    Nell’allenamento dovremmo dare il buon esempio. Spesso i bambini tendono ad imitare i comportamenti degli adulti.

    Se questi ultimi quindi si dimostrano attenti all’attività fisica svolta con regolarità, i bambini si sentiranno invogliati a mettere in pratica uno stile di vita sano.

    Non dimentichiamo che l’attività fisica è una valida alleata delle prestazioni scolastiche. Prima che i bambini si mettano davanti al televisore o al computer valutiamo l’opportunità di portarli fuori con noi, magari anche per una semplice passeggiata al parco.

    È importante anche limitare il ricorso alla televisione mentre si mangia a tavola tutti insieme. Spesso, distratti dalle immagini televisive, non si bada a quanto si mangia. Meglio utilizzare questi momenti come occasioni di dialogo in famiglia.

    Un po’ di attenzione va rivolta anche all’alimentazione dei bambini. È importante variare la scelta dei cibi e proporre il consumo di frutta e verdura, in modo da garantire un adeguato apporto nutrizionale ai più piccoli.

    Non trascuriamo la merenda: prestiamo attenzione alla qualità degli ingredienti e ai valori nutrizionali indicati sull’etichetta, cercando di bilanciare il tutto con gli altri pasti.

    Un momento da curare particolarmente è quello della colazione, che deve essere varia e completa, per non arrivare affamati al pranzo ed esagerare con le abbuffate. A colazione sono ideali cereali, latte, yogurt e frutta.

    472

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBambiniFitness
    PIÙ POPOLARI