Bambini: iperattività favorita dalla dieta occidentale?

Bambini: iperattività favorita dalla dieta occidentale?

Un recente studio condotto in Australia ha rintracciato una possibile correlazione fra dieta occidentale e insorgenza della sindrome da deficit di attenzione e iperattività

da in Alimentazione, Bambini, Dieta, Grassi
Ultimo aggiornamento:

    alimentazione cibi grassi fritti

    L’alimentazione a base di cibi grassi e fritti potrebbe avere un’influenza sull’insorgenza della sindrome da deficit di attenzione e iperattività. È questa la conclusione a cui è arrivata una ricerca condotta dal Telethon Institute for Child Health Research di Perth in Australia, che ha preso in considerazione le caratteristiche della dieta occidentale.

    A questo proposito gli studiosi hanno esaminato le abitudini alimentari di 1.800 ragazzi e li hanno suddivisi in consumatori sani e consumatori che obbediscono a un modello di dieta occidentale. Questi ultimi sono infatti caratterizzati dal fatto di portare avanti un tipo di alimentazione basato sul fast-food, sui cibi fritti e grassi e sullo scarso consumo di frutta e verdura. Erano proprio queste le abitudini alimentari che i ricercatori hanno riscontrato negli adolescenti, ai quali era stata diagnosticata la sindrome da deficit di attenzione e iperattività all’età di 14 anni.

    In sostanza, secondo gli esperti, quella che può essere definita la dieta-spazzatura è associata ad un maggior rischio di incorrere nell’iperattività. La percentuale di rischio sarebbe addirittura raddoppiata.

    Si tratta in ogni caso di risultati che necessitano ulteriori approfondimenti per poterne accertare i risvolti, soprattutto sul ruolo che in questo senso sarebbe svolto dagli additivi alimentari.

    L’ipotesi sostenuta dallo studio in questione consiste nel fatto che la dieta occidentale non è in grado di fornire al nostro organismo i nutrienti necessari per le funzioni cerebrali connesse all’attenzione e alla concentrazione. Aspettando nuove ricerche sull’argomento il consiglio è quello di cercare di ridurre i grassi e di favorire il consumo di alimenti che contengono omega 3, ma anche di frutta e verdura essenziali per il nostro benessere.

    347

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBambiniDietaGrassi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI